Corruzione alla Protezione Civile in Sicilia, due arresti>

A Palermo sono finiti agli arresti domiciliari un funzionario del Dipartimento della Protezione Civile della Regione siciliana ed un imprenditore. L’accusa è di corruzione. Nella scrivania del dipendente pubblico sarebbero stati posati tre pacchetti, probabilmente soldi, presentati alla consegna come caramelle. I finanzieri del Comando Provinciale hanno dato esecuzione a un’ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Palermo, su richiesta della Procura. vbo/gsl