Corruzione all'Ortomercato di Milano: arrestato ex dg ... - rpt

Alp

Milano, 19 nov. (askanews) - Gli investigatori della squadra mobile di Milano hanno eseguito un provvedimento di applicazione di misure cautelari nei confronti dell'attuale direttore Affari generali di Sogemi, all'epoca dei fatti contestati direttore generale Stefano Zani, e di due imprenditori italiani ritenuti, a vario titolo, responsabili di episodi di corruzione avvenuti nell'ambito delle commesse di facchinaggio assegnate alle cooperative operanti all'interno dell'Ortomercato milanese.

Lo ha riferito la questura del capoluogo lombardo spiegando che le indagini, coordinate dalla locale procura, hanno svelato "un radicato sistema corruttivo fondato sull'elargizione, da parte degli amministratori occulti di un consorzio concessionario di servizi, di somme di denaro e regalie di diverso genere, a fronte della garanzia di un trattamento privilegiato in totale violazione delle normative in materia di evidenza pubblica e di concorrenza". I tre sono stati posti agli arresti domiciliari.