Corruzione: arresti Messina, inquirenti 'pactum sceleris tra imprenditori e funzionari corrotti' (2)

Corruzione: arresti Messina, inquirenti 'pactum sceleris tra imprenditori e funzionari corrotti' (2)

(Adnkronos) – In questa circostanza, Micali "in concorso con altri due imprenditori (indagati ma non destinatari di provvedimenti restrittivi), intesseva illeciti rapporti con Giancarlo Teresi, Ingegnere Capo del Genio Civile di Trapani, responsabile dei lavori nel porto di Mazara del Vallo", spiegano ancora gli investigatori. Micali "al fine di assicurarsi l’interessamento nella procedura di aggiudicazione definitiva dei lavori di dragaggio del porto-canale della cittadina trapanese, elargiva a Teresi una somma di denaro pari a 700 Euro per l’acquisto di un’autovettura Alfa Romeo d’epoca nonché un soggiorno gratuito presso un Hotel di Messina ed una cena per lui e per altre cinque persone presso un noto ristorante di Milazzo".