Corruzione e turbativa d'asta: 10 indagati nel Milanese

Red-Alp

Milano, 5 set. (askanews) - I militari della guardia di finanza, su delega del pm di Milano Luca Poniz, hanno eseguito dieci misure cautelari nei confronti di dipendenti pubblici di Enti locali della provincia di Milano, di alcuni imprenditori e professionisti, accusati a vario titolo di essersi resi protagonisti in concorso tra loro di una serie di episodi corruttivi e turbative di gare d'appalto. Si tratta di una misura degli arresti domiciliari, una sospensiva dall'esercizio di pubblici uffici per sei mesi e otto obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria).

Sempre secondo quanto riferito dalla Finanza, "le indagini hanno rivelato numerosi episodi di corruzione attinenti procedure ad evidenza pubblica per l'erogazione di pubblici servizi e forniture nonché per la realizzazione di opere comunali e nove episodi di turbativa di gare d'appalto per un importo complessivo pari a 8.643.444,96 euro". Nei confronti dei soggetti indagati, i finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Milano hanno eseguito 12 decreti di perquisizione locale e personale.