Corruzione, indagato prefetto di Cosenza

webinfo@adnkronos.com

Il prefetto di Cosenza Paola Galeone è indagata con l'accusa di aver intascato, in un bar del capoluogo bruzio, 700 euro che aveva richiesto a una imprenditrice. Lo riporta 'La Gazzetta del Sud'. "Il rappresentante del Governo posto alla guida della provincia più vasta della Calabria - si legge sul quotidiano - è stata denunciata dalla vittima alla quale avrebbe proposto di emettere una fattura fittizia per 1220 euro con l'obiettivo di intascare la parte del fondo di rappresentanza accordato ai singoli prefetti che era rimasta disponibile alla fine dell'anno. Settecento euro sarebbero andati alla Galeone e 500 all'imprenditrice, questo il piano, come regalo per la disponibilità mostrata". 

Rientrata a casa e riferito quanto accaduto ai propri familiari, l'imprenditrice ha deciso di denunciare tutto alla Polizia. "Fissato l'incontro nel bar scelto dalla Galeone - riporta il quotidiano - s’è presentata con la busta contenente le banconote fotocopiate dagli investigatori e con indosso degli strumenti di alta tecnologia necessari a registrare il colloquio che è stato pure videoripreso. Il massimo responsabile dell'Ufficio territoriale del Governo è stato avvicinato dalla polizia all'uscita del bar, a conclusione dello “scambio di auguri”. Nella borsa che aveva con sé c'erano i soldi".  

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.