Parla per la prima volta Montante: "Io strumento dei magistrati"

“Rifarei tutto, non è vero che registravo le telefonate. Dopo la notizia dell’inchiesta io ero sconvolto”. Così Antonello Montante arrivando all'aula bunker del carcere Malaspina di Caltanissetta dove oggi sarà interrogato nel processo che lo vede imputato per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione .

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli