Corruzione: pm, 'così l'assessora Vancheri assecondava le richieste di Montante'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 19 mar. (Adnkronos) – L'ex assessora regionale siciliana Linda Vancheri "nell'ambito di un rapporto corruttivo" con l'ex Presidente degli industriali Antonello Montante, "nella sua qualità di assessora alle Attività produttive della Regione" e "dunque di pubblico ufficiale" avrebbe "assecondato" le "direttive impartite da Montante". In cambio avrebbe ottenuto diverse "utilità". A scriverlo sono i magistrati della Procura di Caltanissetta nella richiesta di rinvio a giudizio a carico di 13 persone, tra cui Montante ma anche l'ex Governatore Rosario Crocetta, oltre a Vancheri. Nella richiesta di rinvio a giudizio i magistrati parlano, tra le "utilità" di "una stipula, per volontà di Montante, di un contratto di assunzione, alle dipendenze di Confindustria nazionale con una retribuzione annua lorda di 160 mila euro, oltre ad alcuni benefit relativi alle spese sanitarie". E ancora, "La promessa di corresponsione di somme di denaro elargite a titolo di rimborso spese non tassabili, per la fittizia assunzione a titolo di apprendistato alle dipendenze di una delle società riconducibili allo stesso Montante".