Corruzione: sindaco Palermo, ‘parole dirigente su Fb? Indebita interferenza in lavoro pm’

Corruzione: sindaco Palermo, ‘parole dirigente su Fb? Indebita interferenza in lavoro pm’

Palermo, 2 mar. (Adnkronos) – "Ho avuto notizia di questa inusuale esternazione di un dirigente comunale e ho già dato mandato al segretario generale di informarmi di quali iniziative ha assunto nei confronti di questa iniziativa che appare sicuramente inusuale tanto per il ruolo ricoperto dal dirigente quanto per le modalità con cui viene sviluppata. Io la considero anche un’indebita interferenza sull’azione della magistratura, ma questo sarà la Procura della repubblica a valutarlo". Lo ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, a proposito delle dichiarazioni di un dirigente del Comune che su Facebook ha avanzato il sospetto che altri tre consiglieri comunali di Palermo siano nella "black list" della Procura del capoluogo siciliano che ha coordinato le indagini dell’operazione anticorruzione di guardia di finanza e carabinieri che ha portato ai domiciliari sette persone, tra cui anche due consiglieri e due funzionari comunali.