Corte Appello Napoli: ancora in affanno per carenza magistrati

Psc

Napoli, 30 gen. (askanews) - Il distretto della Corte di Appello di Napoli resta in affanno per la carenza di magistrati: almeno 16 in meno rispetto a quello che viene definito già un organico "sottodimensionato" in una zona che è tra le più "difficili d'Italia sotto il profilo sociale e criminale". La stima è del presidente della Corte, Giuseppe de Carolis di Prossedi, e del procuratore generale, Luigi Riello, alla vigilia dell'inaugurazione dell'anno giudiziario.

"In servizio ci sono solo 30 giudici nel settore ordinario della corte di appello. È una lotta impari, non potremo mai tenere il passo se non si aumenta l'organico e non si pone rimedio alle scoperture", ha detto il presidente. Anche nel settore civile le difficoltà di organico non mancano: "Con le attuali forze a disposizione - ha spiegato il vicario della Corte, Eugenio Forgillo - non riusciremo a dare risposte, sufficienti". Nel Distretto giudiziario di Napoli su circa 6mila detenuti 4mila sono in espiazione della pena e 2mila circa in attesa di giudizio. In ambito civile, c'è un incremento della definizione dei processi pendenti: da 45.281 a 39.957 sono stati definiti 18.532 procedimenti rispetto ai 17.670 dell'anno precedente. Situazione più drammatica per il settore penale che ha visto, aumentare la pendenza da 48.777 a 52.215 procedimenti. La Corte d'Assise d'Appello ha definito 115 procedimenti riducendo la pendenza da 243 a 217, positivo anche il dato della sezione Minorenni che ha ridotto la pendenza del 57%. (segue)