Corte brasiliana conferma condanna a Lula in secondo processo

Ska

Roma, 27 nov. (askanews) - Il Tribunale Federale Regionale di Porto Alegre ha confermato in secondo grado la condanna di Luiz Inacio "Lula" da Silva, 74 anni, ex presidente brasiliano, per corruzione e riciclaggio. Uno dei tre giudici ha chiesto che la pena di 12 anni e 11 mesi comminata dal giudice di primo grado lo scorso febbraio sia elevata a 17 anni, un mese e 10 giorni di carcere.

Lula si dichiara innocente e aveva chiesto che il processo fosse annullato a causa di presunte irregolarità. Anche il rappresentante della Procura federale aveva chiesto l'annullamento della condanna.

Si tratta del secondo processo per l'ex capo di Stato brasiliano, noto come il "caso Atibaia". Lula è anche imputato in un altro processo, detto del "triplex di Guarujà", per il quale era stato condannato in appello ed ha trascorso 580 giorni in carcere, ma è stato poi scarcerato lo scorso otto novembre.