Corte Conti: "Non soddisfacente spesa Lombardia per fondi Covid"

(Adnkronos) - Non sono soddisfacenti i livelli di spesa della Regione Lombardia per i fondi Covid. E' il giudizio della Corte dei Conti contenuto nel rendiconto generale 2021 della Regione Lombardia. La Corte "rileva un ulteriore allargamento del perimetro sanitario con 16 nuovi capitoli di entrata e 40 capitoli di spesa" della Regione, ma "all'interno del perimetro spiccano i non soddisfacenti livelli di realizzazione della spesa finanziata con i fondi finalizzati Covid-19", fermi al 56%. Nella relazione si sottolineano anche "il peggioramento della capacità di pagamento (da 5,9% nel 2020 a 1,6% nel 2021) dell'aggregato 'Altre risorse vincolate correnti', la modesta percentuale di realizzazione della spesa finanziata con risorse accantonate (20%) e con risorse regionali aggiuntive (17%) e la ‘lentezza’ degli investimenti".

La cassa sanitaria a fine 2021 ammonta a poco più di 9 miliardi di euro, con un incremento di 1,3 miliardi. Dato che "pone seri dubbi sull’immobilizzazione di queste risorse, che sembrano restare così sottratte al raggiungimento degli obiettivi di salute loro propri". Infine, la Corte dei Conti, sottolinea come il Fondo rischi contenzioso sanità’, costituito "per i contenziosi sanitari, la cui mole risulta quasi raddoppiata rispetto al 2020 e ammonta a 84,15 milioni di euro" sia coperto "nel bilancio della contabilità economico-patrimoniale della gestione sanitaria accentrata, da un apposito accantonamento iscritto alla voce ‘Fondo rischi cause legali Dg Welfare e accordi transattivi’. Risulta così confermato - scrivono i giudici contabili - che, per tale via, la Regione utilizza i fondi sanitari per coprire il rischio di azioni legali connesse alla gestione sanitaria".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli