Corte costituzionale, per la prima volta nella storia una sentenza firmata da tre donne

Federica Olivo
·1 minuto per la lettura
Corte costituzionale, per la prima volta nella storia una sentenza firmata da tre donne

La sentenza depositata oggi dalla Corte Costituzionale sul Jobs act è firmata da 3 donne: la presidente Marta Cartabia, la giudice relatrice Silvana Sciarra e la cancelliera Filomena Perrone. E’ la prima volta che questo avviene in un atto della Consulta.


Con la sentenza di oggi, i giudici costituzionali hanno ‘bocciato’ la norma contenuta nel cosiddetto Jobs act che ancorava alla sola anzianità di servizio l’indennità di licenziamento illegittimo per vizi formali.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.