Il 'corvo del Vaticano' è il cameriere del Papa

Era diventato famoso come Vaticanleaks, il caso di documenti riservatissimi appartenenti alla Santa Sede e trafugati da qualche personaggio misterioso. Corrispondenza privata tra alti prelati, addirittura lettere del Papa: finivano tutte in mano ai giornali e recentemente qualcuno li ha anche raccolti in un libro che il Vaticano vuole denunciare. Adesso è stato trovato il corvo, il responsabile di questi furti…

Il vero segreto del Papa

La caccia al corvo, il misterioso personaggio che quasi come in un romanzo di Dan Brown aveva accesso a documenti privati della Santa Sede, sembra conclusa. A dirlo è il vice direttore della Sala Stampa vaticana, padre Ciro Benedettini. L'uomo è già stato consegnato al promotore di giustizia vaticana, Nicola Picardi e sarebbe già sotto interrogatorio. Il corvo sarebbe stato sorpreso con le mani nel sacco come nei migliori film gialli dalla Gendarmeria vaticana in "possesso illecito di documenti riservati".

Il segreto del Codice da Vinci

Ci sono ancora solo indiscrezioni sull'identità della persona, ma sembra si tratti di un cosiddetto "aiutante di camera" della famiglia pontifica, dunque qualcuno anche in grado di entrare negli appartamenti privati del Papa. Certamente non si tratta di Gotti Tedeschi, l'ex presidente dello Ior sfiduciato proprio ieri dal suo incarico. Qualcuno infatti aveva voluto mettere sullo stesso piano i due avvenimenti, la cattura del corvo e il quasi immediato licenziamento del responsabile della banca vaticana.

Nanni Moretti e le congiure di Dan Brown