Cos'è il semestre bianco e cosa dice la Costituzione

·1 minuto per la lettura

AGI - Dal 3 agosto comincia per Sergio Mattarella il semestre bianco. Negli ultimi sei mesi del suo mandato, che dura sette anni, il presidente della Repubblica non può sciogliere anticipatamente le Camere. Lo stabilisce l'articolo 88 della Costituzione: "Il Presidente della Repubblica può, sentiti i loro Presidenti, sciogliere le Camere o anche una sola di esse. Non può esercitare tale facoltà negli ultimi sei mesi del suo mandato, salvo che essi coincidano in tutto o in parte con gli ultimi sei mesi della legislatura". 

Il potere di scioglimento delle Camere è infatti uno dei poteri più forti del Capo dello Stato, che non può esercitarlo negli ultimi sei mesi prima di cessare il suo mandato. I padri costituenti temevano infatti, all'inizio dell'era repubblicana e subito dopo la fine del ventennio fascista, che un Presidente autoritario avrebbe potuto sciogliere le Camere per farne eleggere di più compiacenti e sperare in un secondo mandato.

Nel 1991, per evitare quello che fu definito un "ingorgo istituzionale" per la coincidenza della fine della legislatura con la fine del mandato presidenziale di Francesco Cossiga, si modificò l'articolo 88, aggiungendo all'ultima frase le parole "salvo che essi coincidano in tutto o in parte con gli ultimi sei mesi della legislatura".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli