Cos’è la Sindrome di Obelix?

[screenshot]

Sarà capitato sicuramente a tutti di mentire sul proprio peso o altezza, tirando un po’ giù la tacca dei chili e un pochino in su quella dei centimetri. Ma una piccola bugia, all’apparenza innocua, può persino diventare una patologia. Si chiama ‘Sindrome di Obélix’ e prende il nome dal famoso personaggio dei fumetti in coppia con il più minuto Asterix.

Questa tendenza a mentire sul proprio peso e altezza è stata studiata dall’Istituto superiore di sanità francese (INVS) che ha intervistato oltre 600 persone. La quasi totalità degli intervistati ha dichiarato di essere più alto e magro. Va detto tuttavia che le persone non hanno mentito così spudoratamente indicando misure da fotomodelli. In media sono stati dichiarati 1,05 chili meno rispetto al reale e circa 0,79 cm in più di altezza. Lo scarto tra peso reale e dichiarato sarebbe stato anche maggiore se prima non avessero avvertito le persone che sarebbero state pesate.

Dall’indagine dell’Institut de veille sanitaire sbaglierebbero maggiormente altezza e peso le persone tra i 55 e i 74 anni di età, mentre tra i 35 e i 54 anni si tenderebbe ad essere più sinceri su questo aspetto.

La sindrome Asterix

Non c’è solo Obélix ad aver dato il nome ad una sindrome, ma anche Asterix ha la sua. E se quella di Obélix riguarda peso e altezza delle persone, quella di Asterix invece è un modo di dire che usano i francesi per indicare il loro bisogno di difesa dalle influenze culturali e linguistiche dei paesi anglofoni in primis. Per molti è una visione retrograda del mondo, per altri si tratta di protezionismo rispetto alla globalizzazione e all’invasione di termini inglesi nel vocabolario quotidiano.