Cos'è l'effetto Bezos che spinge i ceo a 'gonfiare' i muscoli

no credit

AGI - Jeff Bezos mostra addominali di ferro sul suo yacht mentre Mark Zuckerberg si spezza in due con le arti marziali ed Elon Musk, patron di Tesla, e forse nuovo padrone di Twitter, si scusa pubblicamente per i suoi chili di troppo. Ecco a voi l'era del magnate muscolare, annuncia il Paìs. Di che si tratta?

Già descritto dal Wall Street Journal come “l'effetto Bezos”, si scopre che tutta una serie di uomini d'affari e dirigenti di primo livello “negli ultimi mesi hanno trasformato radicalmente il proprio corpo e si vantano sui propri social di addominali di ferro e bicipiti ipertrofici”, vantandosene pubblicamente.

Il Ceo versione 2022 ha fatto del proprio fisico tonico un nuovo status symbol. Chiosa il quotidiano madrileno: ora “l'immagine del miliardario medio ha poco a che fare con quella di quegli yuppie sbarazzini con bretelle vistose e cravatte larghe che ululavano a Wall Street. Né con quello degli ultimi guru con colletto nero, jeans e uniforme o nerd del college che hanno seguito il denaro fino alla costa californiana della Silicon Valley”. Ora si presentano come l'esempio di “un miracoloso frullato proteico”.

Allenarsi di più per rimettersi in forma è diventato il nuovo mantra del Ceo di successo, quasi fosse un calciatore alla vigilia della propria stagione agonistica. Tant'è che lo stesso Elon Musk, indifferente al fatto di essere l'uomo più ricco del pianeta, incurante delle critiche ricevute quest'estate per esser stato fotografato in costume da bagno su un o yacht a Mykonos, ha reagito semplicemente scrivendo sul suo account Twitter: “Su consiglio di un buon amico ho digiunato periodicamente e mi sento meglio”, e ha promesso: “Cambierò l'abitudine di guardare il mio telefono non appena mi alzo per iniziare ad allenarmi per almeno 20 minuti prima" annunciando d'aver perso circa 10 chili grazie al digiuno intermittente.

Stessa cosa per Jeff Bezos, che ha fatto coincidere il suo cambiamento radicale con una nuova tappa sentimentale.

La lista è lunga. “Ci sono diverse macro tendenze che possono spiegare questo fenomeno sotto la pressione di dover mostrare costantemente il nostro successo: l'esibizionismo sui social network ha una chiara componente narcisistica”, afferma Pedro Mir, professore di marketing presso Isem Fashion Business School, Università di Navarra. Il metodo garantisce a chi si sveglia all'alba di aumentare la propria produttività migliorando la propria salute e ottimizzando la vitalità e la felicità che ne consegue.

In fondo, la vita di un alto dirigente “è legata ad alti livelli di stress e ad uno stile di vita sedentario, ma con questa immagine i manager cercano di mostrare al mondo che sanno gestire tutto e che non solo stanno andando bene negli affari, ma anche negli altri aspetti della vita. In alcuni di loro questo può esser causato dalla crisi di mezza età, ma è pur sempre una filosofia: mens sana in corpore sano, portata all'estremo”, aggiunge Mir.

Ma l'altra faccia della medaglia “il fenomeno dell'ostentare una figura sui social si estende a tutte le aree di privilegio degli affari”, chiosa il Paìs. Mostrare ciò che hanno ottenuto è un modo per premiare lo sforzo e l'ego. “Il fenomeno del culto del corpo non riguarda solo i Ceo milionari. La società sta dando sempre più importanza allo sport, al cibo o ai trattamenti estetici”, conclude Mir. Non solo “fissa” da manager.