Così è stata uccisa l'anziana di Milano ritrovata in una vasca da bagno

wikipedia.org

AGI - "Ho fatto un disastro". Con questo frase Rosa Fabbiano, 58 anni, avrebbe, di fatto, ammesso alla sorella di aver ucciso la loro madre di 84 anni, Lucia Cipriano, nell'appartamento di via Boves a Melzo, in provincia di Milano.

Dopo aver pronunciato la frase, mentre si trovava in auto con la sorella in direzione della stazione dei Carabinieri, Rosa Fabbiano avrebbe iniziato a urlare e tentato di lanciarsi dalla macchina. La sorella è riuscita ad accostare ed è a quel punto che la 58enne è scappata nei campi.

Sono poi intervenuti i militari dell'Arma della compagnia di Pioltello, allertati dalla sorella, che l'hanno rintracciata e bloccata. Da quel momento Rosa Fabbiano - da quanto appreso - non ha più proferito parola. Anche nell'interrogatorio con il pm Elisa Calanducci si è avvalsa della facoltà di non rispondere.

I dettagli dell'omicidio

L'avrebbe fatta adagiare nella vasca da bagno e l'avrebbe poi coperta con un telo di cellophane sigillato con del nastro adesivo causandone l'asfissia. Così Rosa Fabbiano avrebbe ucciso la madre Lucia Cipriano, 84enne, stando all'ipotesi più accredita tra gli inquirenti milanesi. In un secondo momento la figlia l'avrebbe fatta a pezzi con una sega. Per nascondere l'odore la donna avrebbe riempito la casa con profumatori d'ambienti e lasciando le finestre aperte.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli