Cos’è il vamping? L’iperconnessione notturna dei giovani “vampiri”

L’uso scorretto dei device tecnologici porta i giovanissimi a sviluppare il cosiddetto “vamping”, l’iperconnessione notturna, che fa sì che questi passino intere notti completamente insonni. L’utilizzo eccessivo e persistente di smartphone, pc, tablet e playstation nelle ore serali e notturne causa in numerosi bambini e adolescenti un vero e proprio disturbo del sonno, che si ripercuote, poi, inevitabilmente, sulla loro vita diurna: prestazioni fisiche e mentali inferiori, poca memoria, sviluppo di nervosismo e cattivo umore. Ecco quali sono i rischi e le conseguenze dell’iperconnessione notturna che sta dilagando tra i giovani “vampiri”.