Cosa cambia con il modello 7t di OnePlus

Presentare un nuovo smartphone top di gamma ogni sei mesi è da tempo un trend e se i grandi produttori come Huawei e Samsung hanno imparato a differenziare gli eventi - prima la serie S, poi il Note per la casa coreana; prima la sere P, poi la Mate per quella cinese - OnePlus ha adottato come filosofia il miglioramento dello stesso modello. Soprattutto attingendo ai feedback che vengono dalla comunità di clienti: la caratteristica chiave della casa di Pete Lau. 

Così a meno di sei mesi dal modello 7, ecco arrivare  OnePlus 7T. Stessa fluidità del display 90 Hz Fluid AMOLED, distribuito però su tutta la serie e non più solo sul modello di punta.

Anche il design è nuovo, per ospitare la tripla fotocamera in una struttura circolare, evocativo della fotocamera DSLR, e il vetro matte-frosted in due nuovi colori: Frosted Silver e Glacier Blue, frutto di una tecnica di finitura del vetro proprietaria che è ad oggi alla quarta generazione.

Il display a 90Hz era stato già visto sul 7, ma a discapito della durata della batteria. Ora il 7t arriva con la certificazione HDR10+ e oltre 370 ottimizzazioni effettuate per il sistema operativo OxygenOs. L'obbiettivo è ovviamente poter scorrere lo schermo sui social o giocare al videogioco più esigente in modo fluido.

OnePlus 7T monta con la Piattaforma Mobile Qualcomm Snapdragon 855 Plus, per usare in multitasking le applicazioni che richiedono una grafica intensiva. I due speaker stereo hanno tecnologia Dolby Atmos​ e ka ricarica rapida, Warp Charge 30T permette di ricaricare la maggior parte del telefono entro un'ora, il 23% più velocemente di Warp Charge 30, con l'impegno a non incidere sulla temperatura dello smartphone. La nuova tecnologia di ricarica veloce permette inoltre, di mantenere la velocità di ricarica anche in condizioni di utilizzo, come un gioco graficamente intenso.

OnePlus 7T è il primo telefono con Android 10 ufficialmente pre-installato insieme alle principali app e servizi Google e il setup della fotocamera monta un sensore Sony IMX586 da 48 megapixel, con lente 7P, un'apertura focale f/1.6 e OIS. con uno zoom 2x; una lente ultra-wide da 16 megapixel con un campo da 117 gradi e una Macro Mode per scattare immagini a una distanza di 2.5cm.

Per i video si possono utilizzare in modo intercambiabile tutte e tre le lenti, stabilizzando contemporaneamente il filmato.