Cosa ha detto il Governatore del Veneto nel punto stampa del 28 luglio

·2 minuto per la lettura
covid veneto zaia
covid veneto zaia

Nonostante abbia dato termine ai suoi appuntamenti quotidiani per gli aggiornamenti sul Covid, Luca Zaia continua a comunicare con i suoi cittadini attraverso la stampa all’ora di pranzo. Nella giornata di martedì 28 luglio, infatti, il Governatore del Veneto torna a parlare ai cittadini dalla sua pagina social annunciando di avere importanti comunicazioni social da fare. La Giunta si è riunita a Palazzo Balbi a Venezia. A prendere parola, oltre il Presidente, anche gli Assessori che hanno illustrato le principali decisioni assunte.

Covid, in Veneto: l’annuncio di Zaia

Nell’appuntamento stampa, Luca Zaia ha spiegato come con la Giunta già nella giornata odierna si è ragionato sui flussi di immigrati che lavorano in campagna evidenziando come vi sia la necessità: “Di fare uno screening, verifiche, perché vengono da contesti territoriali nei quali il virus è presente. Se validassero il test rapido il piano di screening sarebbe più veloce ed efficace, con una risposta in 7 minuti”.

Nuova ordinanza in Veneto?

Luca Zaia ha escluso per il momento l‘emanazione di una nuova ordinanza da parte di Regione Veneto per l’emergenza Covid. Il Governatore ha infatti evidenziato come sia in attesa di maggiori dettagli da parte del Governo centrale – al momento si è a lavoro per la proroga dello stato di emergenza al 31 ottobre – e solo successivamente provvederà a una nuova ordinanza. L’obiettivo è quello di non sovrapporsi.

Luca Zaia, inoltre, ha parlato di accordo tra ‘gentiluomini‘ in relazione ai rimborsi nei confronti di consiglieri e assessori durante il periodo Covid: “Se sono stati a casa come tutti gli altri, è inevitabile che quota parte di quel rimborso debba essere rivisto”. Per quanto concerne le elezioni, invece, il governatore veneto ha dato qualche indicazione in più: “Ho garantito di firmare l’ultimo giorno possibile, il 30 o 31, da lì parte la macchina elettorale, entro il 20 agosto presentazione liste e poi campagna elettorale”.

L’importanza della mascherina

Per Zaia resta fondamentale utilizzare la mascherina. E ai cronisti presenti al Teatro Stabile, che gli hanno posto specifica domanda sul caso Salvini-mascherina, il governatore veneto ha ribadito: “Non voglio entrare in polemica. Per me è sempre importante indossarla”.

Il bilancio del 28 luglio

In Veneto si sono registrati 20 nuovi casi di Coronavirus secondo il bollettino del 28 luglio: la nota positiva è che non si registrano decessi che resta fermo a quota 2.069. Aumentano le persone in isolamento fiduciario domiciliare, attualmente 2.790, mentre per quanto riguarda il numero di infetti complessivamente da inizio emergenza, questo è pari a 19.849. Rimane infine stabile il numero delle persone ricoverate (114).