Cosa disse Roberto Brunetti sul reddito di cittadinanza

Roberto Brunetti reddito cittadinanza
Roberto Brunetti reddito cittadinanza

Gli ultimi anni di vita di Roberto Brunetti non furono facili dal punto di vista economico. L’attore ne parlò in una delle ultime apparizioni televisive. Nel gennaio 2021 Roberto Brunetti fu invitato nello studio di Domenica Live. Ospite di Barbara d’Urso l’attore aveva rivelato di vivere con il reddito di cittadinanza e aveva lanciato un appello chiedendo di poter ricominciare.

Roberto Brunetti sul reddito di cittadinanza: “Voglio lavorare e ripartire”

In quell’occasione Roberto Brunetti aveva parlato del periodo di reclusione e dell’apertura della pescheria poi chiusa a causa della crisi:

“Sono uscito dal carcere. Ora voglio ripartire. Mi hanno trovato con un po’ di erba […] Ho pagato con due anni di reclusione: 6 mesi a casa, e gli altri alla casa circondariale di Velletri. Nel 2009 sono stato assolto. Poi ho aperto una pescheria, ma non si lavorava. La crisi, la depressione […] ho dovuto chiudere l’attività. Prendo il reddito di cittadinanza. Ogni tanto lo alzano e ogni tanto lo abbassano, perché prendo qualche soldino dal cinema, i diritti di immagine, la SIAE”. 

“Così la mia vita è andata in fumo”

Roberto Brunetti aveva parlato delle sue difficoltà anche a Nemo nel 2017. Aveva in particolare spiegato che la vicenda giudiziaria nella quale era stato coinvolto gli aveva stravolto la vita:

“Discoteche, locali, mi davano 5 milioni de lire solo per dire la mia battuta sul Figlio de na mignotta. Poi a un certo punto ho fatto na cazzata e le cazzate se pagano, così la mia vita è andata in fumo […]. Il cinema ti chiama di meno, gli amici ti abbandonano, allora ho aperto una pescheria ma con la crisi l’ho dovuta chiudere”. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli