Cosa è il Papilloma Virus Umano o HPV e perché è importante vaccinarsi

In Italia si verificano ogni anno circa 3500 nuovi casi di carcinoma della cervice uterina e 1500 decessi. (Credits – Getty Images)

Sta facendo discutere la puntata di lunedì 17 aprile di Report e, in particolare, il servizio a firma di Alessandra Borella sul vaccino contro il Papilloma Virus Umano, meglio conosciuto come HPV. Un servizio giornalistico attaccato frontalmente da tutti i virologi italiani e gli esperti scientifici, perché il programma di Rai 3 ha messo in dubbio l’utilità del vaccino e, anzi, ne ha criticato l’utilizzo. Ma cosa è il Papilloma Virus Umano e serve davvero vaccinarsi?

I papillomavirus umani (HPV, dall’inglese Human papilloma virus) sono virus che si trasmettono prevalentemente per via sessuale e che si replicano nelle cellule dell’epidermide. Colpiscono sia uomini sia le donne, con più di 40 tipi che interessano l’epitelio anogenitale (cervice uterina, vagina, vulva, retto, uretra, ano, pene) e alcuni fra questi sono ad alto rischio, cioè sono quelli collegati all’insorgenza di vari tipi di tumori, soprattutto della cervice.

La maggior parte degli HPV causa lesioni benigne e i condilomi o papillomi che interessano le mucose genitali e orali. La maggior parte delle infezioni genitali da HPV regredisce spontaneamente. Una piccola quota invece, se non trattata, può evolvere lentamente verso una forma tumorale. Il tumore del collo dell’utero è infatti quasi sempre correlato alla presenza dell’HPV. Per capire la diffusione dell’HPV basti pensare che secondo le statistiche si stima che oltre il 75 per cento delle donne sessualmente attive si infetti nel corso della vita con un virus HPV, con un picco di prevalenza nelle giovani fino a 25 anni di età.

Secondo i dati dell’OMS il cancro cervicale (cioè quello causato dall’HPV) è il secondo tumore più comune nelle donne che vivono nelle regioni meno sviluppate, con una stima di 445.000 nuovi casi nel 2012 (84% dei nuovi casi in tutto il mondo). In quell’anno circa 270.000 donne sono morte di cancro del collo dell’utero. In Italia si verificano ogni anno circa 3500 nuovi casi di carcinoma della cervice uterina e 1500 decessi.

Da alcuni anni esiste in commercio un vaccino, quello discusso nella trasmissione Report, che protegge la cervice uterina dai ceppi più pericolosi di HPV. Studi scientifici ne hanno promosso la somministrazione alla popolazione adolescente di entrambi i sessi, per ridurre il rischio di contagio. Recenti studi sembrerebbero validare l’utilizzo del vaccino anche alla popolazione adulta o già infettata dal virus stesso. E’ importante sottolineare che il vaccino è utile anche per i maschi, visto che il Papillomavirus è responsabile nel sesso maschile di rare forme di cancro, come quello dell’ano (nell’80% dei casi), del pene (nel 50% dei casi), di una quota rilevante (circa 30%) di tumori dell’orofaringe.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità