Cosa fare se la macchina non riparte

Dopo circa due mesi di lockdown per l’emergenza sanitaria causata dalla pandemia di coronavirus, molti cittadini tornano a spostarsi per raggiungere i luoghi di lavoro. Le automobili però potrebbero aver risentito del lungo periodo di inattività e potrebbero avere dei problemi all'accensione soprattutto per la batteria e gli pneumatici. Ecco dunque alcuni consigli per non trovarsi impreparati Batteria nelle auto tradizionali: dotarsi di un dispositivo cosiddetto “salva batteria” o “mantieni batteria” oppure scollegare il polo negativo per isolarlo. In caso di un fermo prolungato per più di 4 settimane, sarebbe opportuno utilizzare l’auto almeno ogni 7 o 14 giorni per un tragitto di almeno 20 Km. Se l’auto è elettrica, prima della ri-accensione, è necessario dare uno sguardo al libretto di manutenzione e verificare la modalità “sleep” da settare per evitare problemi. Per i veicoli con batterie al litio, queste dovrebbero avere una carica tra il 60-70% prima che il veicolo resti fermo completamente e a lungo. Penumatici: l’auto ferma a lungo potrebbe portare a deformazioni della gomma, perciò si raccomanda di sollecitare e spostare il mezzo di tanto in tanto, specialmente se questo è inutilizzato da oltre due mesi.