Cosa fare se si incontra un orso, vademecum dalla provincia Bolzano

Red/Gtu

Roma, 20 ago. (askanews) - Da un lato il presidente della provincia di Bolzano Arno Kompatscher ha firmato l'ordinanza per la cattura dell'orso M49, dall'altro la provincia ha diffuso un vademecum con le 5 regole dell'ufficio caccia e pesca su "Cosa fare se si incontra un orso".

Per sua natura, infatti, "l'orso tende a evitare il contatto con l'uomo. Muoversi in gruppo nei boschi, facendo rumore con i bastoncini da escursione o con un campanellino appeso allo zaino, cantando o parlando ad alta voce, sono il modo migliore per evitare i contatti. Odori di cibo, bevande, cosmetici e profumi di ogni genere invece possono attirarlo: alimenti, creme e dentifrici vanno conservate in luoghi "a prova di orso" (per esempio in casa o in macchina). In generale, "se possibile è meglio fare escursioni a piedi e in bicicletta in gruppo. I gruppi più grandi (4 componenti o più) hanno meno probabilità di avere un incontro ravvicinato con l'orso".

In caso di incontro ravvicinato, le cinque regole dell'ufficio provinciale caccia e pesca di Bolzano, su come comportarsi sono le seguenti:

1 - Se lo avvistate a distanza, evitate di avvicinarvi per fare foto, specialmente in presenza di cuccioli (se la madre percepisce un pericolo nei loro confronti potrebbe diventare aggressiva) e segnalate la presenza al Servizio forestale.

2 - Mantenete la calma, senza tentare di spaventarlo con urla o versi, lasciandogli una via di fuga. Non guardatelo negli occhi (potrebbe interpretarlo come una sfida).

3 - Non correte (l'orso raggiunge una velocità di 50 km/h) ma allontanatevi lentamente camminando all'indietro.

4 - Non gettategli del cibo o lo zaino per distrarlo: l'orso crederà di poter ottenere altro cibo e potrebbe diventare più confidente.

5 - Nel caso estremo in cui l'orso si avvicina minaccioso, gettatevi a terra restando immobili e fingendo di essere morti. Se attacca, cercate di colpirlo sul muso, copritevi il capo e il collo con mani o zaino.