Cosa possono fare le aziende per aumentare solvibilità e liquidità?

·3 minuto per la lettura

Quando si parla dell’aspetto finanziario di un’azienda, ci sono due concetti fondamentali: solvibilità e liquidità. Per solvibilità si intende la capacità di un’impresa di rispondere alle proprie obbligazioni finanziarie in modo tempestivo senza tralasciare le proprie risorse. La liquidità, invece, indica la qualità di un bene aziendale di potersi convertire in denaro.

In ogni attività è importante che sia la solvibilità sia la liquidità siano mantenute a livelli ottimali, poiché da esse dipende la capacità di pagamento finale. È essenziale prendersi cura di entrambi gli aspetti, poiché altrimenti possono verificarsi problemi finanziari a breve e a lungo termine. Per ottenere un controllo ottimale, quindi, sono necessari non solo personale qualificato e buoni partner commerciali, ma anche risorse strategiche come un software di gestione della tesoreria.

Questa risorsa permette di automatizzare processi finanziari molto importanti e di gestire al meglio la connettività tra banche e aziende. In questo modo è possibile mantenere un controllo rigoroso dei dati aziendali, mantenere la produttività a un livello ottimale e adeguare il più possibile il modello di business al mercato attuale.

Elementi chiave per aumentare solvibilità e liquidità

Perdere del tutto la solvibilità o la liquidità di un’azienda può essere motivo di chiusura definitiva. Senza dubbio, la fine di un’azienda dipende quasi completamente da queste grandezze. Per questo motivo, è importante considerare quali strumenti o azioni siano fondamentali quando si tratta di rafforzare egualmente entrambi gli aspetti.

L’ottimizzazione strategica della liquidità di un’azienda è compito della gestione della tesoreria. Questo aspetto consiste nell’assicurare che l’attività abbia fondi sufficienti per effettuare pagamenti in modo tempestivo, cioè nel rispetto delle scadenze concordate, e nella valuta corrispondente. Sfruttare strumenti come un software gestionale è una delle chiavi per aumentare la liquidità. Tra l’altro, ciò consente di controllare meglio i flussi di cassa, definire con precisione i tempi di pagamento, rivedere il recupero crediti e, infine, aumentare il controllo finanziario. Tenere traccia delle finanze in modo automatizzato può persino influenzare le future possibilità di investimento.

Altri aspetti come la creazione di un fondo di risparmio o di emergenza, la costruzione di accordi con i fornitori e l’adozione del factoring possono essere ottimi per aumentare gradualmente la liquidità e garantire la stabilità commerciale di un marchio. D’altra parte, la solvibilità deve essere seguita con lo stesso interesse. Tra le principali raccomandazioni per aumentare questa dimensione aziendale, i punti salienti sono il risparmio di una parte degli introiti e la pianificazione di strategie per ottenere nuovi profitti. È fondamentale, quindi, che ci sia sempre un “cuscinetto” che tenga al sicuro in caso di emergenze o imprevisti, e che si considerino modi per aumentare le vendite.

Ridurre il denaro investito nelle attività quotidiane è un’altra chiave per aumentare sia la solvibilità sia la liquidità. Essendo dunque essenziale fare di più in meno tempo, anche in questo caso il miglior alleato è un software gestionale, poiché consente di automatizzare quasi tutte le attività contabili e finanziarie. A ciò si aggiungono i vantaggi di ridurre il margine di errore e di poter avere il pieno controllo dei dati in un unico posto.

L’economia di un’azienda è il pilastro su cui si basano tutte le altre azioni. Un aumento di solvibilità e liquidità dovrebbe essere sempre tra gli obiettivi principali quando si pensa al futuro in modo competitivo.

In collaborazione con Kyriba

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli