Cosa sappiamo del caimano "sparito" da un circo in Sardegna

Gianni Solinas

Un coccodrillo si aggira da alcuni giorni nelle campagne del Nuorese. L'allarme è stato lanciato ieri dal Comune di Orosei su Facebook. Ufficialmente e' stato rubato da un circo, ma potrebbe anche essere fuggito. Le indagini sono in corso. Ieri i responsabili del 'Fantastico Martin', in questi giorni nella localita' turistica di Sos Alinos, si sono presentati dai carabinieri per presentare la denuncia: "Ci hanno rubato un caimano".

LEGGI ANCHE: Nessuno sa dove sia l'orso M49, che potrebbe essere abbattuto

Non sarebbe infatti un coccodrillo quello che ha fatto perdere le sue tracce nel Nord Sardegna ma un caimano di un metro e dieci centimetri di lunghezza. Probabilmente neanche troppo pericoloso. Di fatto, le forze dell'ordine hanno chiesto al sindaco di Orosei di avvertire la cittadinanza. E il primo cittadino ha provveduto tramite i social.

"Ci comunicano - si legge nel post - che è stato denunciato il furto di un coccodrillo dal circo attualmente a Sos Alinos. Non potendo con certezza confermare il furto, si sta vagliando anche l'ipotesi della fuga dell'animale. Si invita la popolazione a prestare particolare attenzione e segnalare ogni ipotetico avvistamento alle forze di polizia, tutte allertate".

LEGGI ANCHE: Bahamas, ragazza uccisa da 3 squali davanti agli occhi dei genitori

La comunicazione ha fatto registrare in poche ore oltre 170 commenti tra l'indignato e il divertito. C'è chi, animato da spirito animalista, ha attaccato l'amministrazione per il fatto di aver ospitato il circo e ha proposto di boicottare la località turistica. Altri hanno ironizzato sulla possibilità di trovarsi all'improvviso "dentro un sacco a pelo Lacoste". Qualcuno ha accomunato il coccodrillo/caimano all'orso M49 e proposto di catturarlo e portarlo in Trentino.

Nel frattempo continua l'insolita caccia al caimano. "Abbiamo informato cittadini e turisti per evitare che si creasse il panico", ha spiegato all'Agi il sindaco di Orosei, Nino Canzano. "Al momento non abbiamo alcuna notizia anche perché", ha sottolineato il primo cittadino, "l'allarme è stato dato in ritardo. Nessuno inoltre conosce le abitudini dell'animale", ha aggiunto, "per cui ritrovarlo non è semplice". Il sindaco si è detto soddisfatto per il fatto che su Facebook molti abbiano risposto in maniera ironica ("vuol dire che non c'è apprensione") e ha risposto agli animalisti che hanno criticato la decisione di ospitare il circo. "L'anno scorso abbiamo negato il permesso a due circhi con animali", ha ricordato Canzano, "ma quello di quest'anno ci è sfuggito".