A cosa serve una VPN?

·5 minuto per la lettura
utilità vpn
utilità vpn

La sicurezza sul piano informatico, almeno negli ultimi tempi, sta diventato una vera e propria priorità per gli utenti. Chi naviga in Internet sa benissimo che privacy e sicurezza sono le parole chiavi per proteggere – al meglio – i propri dati sensibili. Sicuramente avrai sentito parlare di una VPN e ti sarai chiesto perché è utile, giusto? L’argomento di questo articolo sarà appunto la VPN e la sua importanza in rete.

In termini specifici, una VPN – Virtual Private Network – è una rete di telecomunicazioni privata, nata come connessione tra soggetti che utilizzano un protocollo di trasmissione pubblico e condiviso. Ciò significa che questa consente il collegamento a Internet tramite un tunnel crittografato, al fine di garantire la tua privacy online. Le VPN, solitamente, vengono utilizzate per tutelare le connessioni agli hotspot Wi-Fi pubblici, nascondere gli indirizzi IP e navigare in incognito.

Il vantaggio delle reti VPN è quello di offrire alle aziende, a costi modici, le stesse caratteristiche delle linee private in ‘affitto’, sfruttando reti collettive, l’avvio tramite IP per il trasporto su scala geografica e realizzando una rete LAN, detta – precisamente – “virtuale” e “privata”. Esistono vari enti indipendenti che certificano interoperabilità, ovvero l’interscambio e l’interazione nei campi dell’informatica e dei sistemi di sicurezza della viabilità, come ad esempio ICSA Labs (National Computer Security Association). Dal 1989, il suo incarico è quello di rafforzare la consapevolezza della necessità di sicurezza informatica e fornire sviluppo sulle tecnologie.

Perché è utile una VPN?

Ti sarà capitato tantissime volte di collegarti a reti sconosciute e free come quelle di bar, ristoranti, aeroporti etc., che sono sicuramente comode, specie quando ti trovi fuori dall’Europa e non puoi utilizzare i tuoi dati mobili. Devi sapere, però, che queste non sono affatto sicure perché eccessivamente esposte agli attacchi informatici. Ecco perché è importante usufruire di una VPN quando ti connetti a una rete di questo tipo.

Vantaggi di una VPN

Una VPN garantisce che la città dove vivi, oltre alla cronologia dei tuoi personali, non sia collegata alla tua identità. L’offuscamento del tuo indirizzo IP, infatti, è essenziale per conservare l’anonimato online e navigare in tutta sicurezza su reti Wi-Fi pubbliche.

Questa rete virtuale privata ha la missione di crittografare i tuoi dati online e difendere i tuoi dati personali quando ricorri a reti sconosciute. Inoltre, con essa puoi addirittura risparmiare quando fai shopping online e approfittare delle migliori offerte, come sulle prenotazioni di biglietti aerei ed altro. Adottare misure aggiuntive per garantire la sicurezza online è sempre un vantaggio.

“Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere”, così recita l’articolo 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti umani. Sebbene la libertà di parola sia il diritto di ogni individuo, in alcuni Paesi – purtroppo – non è così e spesso il campo di informazione non è coperto.

Esercitare un proprio pensiero, infatti, può avere gravi conseguenze. Stati come l’Eritrea (il più censurato del mondo), Corea del Nord, Turkmenistan, Arabia Saudita, Cina, Vietnam, Iran, Guinea Equatoriale, Bielorussia e Cuba non godono di un giornalismo indipendente e sono costantemente monitorati. Ma cosa vuol dire questo? La libertà – in questo caso libertà di comunicazione digitale – non deve rappresentare un pericolo per chi esprime un’idea. Tramite la VPN, ad esempio, puoi nascondere la tua identità, declinare la censura e comunicare apertamente con il mondo.

Come funziona una rete virtuale privata?

Dove c’è sicurezza, c’è VPN . Eccome come funziona questo mezzo.

  • Richiesta DNS

Il primo passo per avvalersi di questo strumento, sempre più in voga sul web, consiste nell’effettuare una richiesta DNS (Domain Name System) che si occupa di risolvere i nomi di dominio, di una rete privata o pubblica, in un indirizzo IP. Si tratta di un database gerarchico contenente tutte le corrispondenze “nome di dominio/indirizzo IP“. Così facendo otterrai l’indirizzo IP di un server VPN.

  • Chiavi segrete e canale sicuro

In questo passaggio vengono create le chiavi segrete che aiutano a creare un canale sicuro.

  • Crittografia dati

I protocolli VPN aiutano a crittografare i tuoi dati personali utilizzando il canale sicuro.

Protocolli VPN: cosa sono

Un protocollo VPN è un meccanismo che rende possibile la connessione al server VPN. Ecco alcuni protocolli comuni:

  • OpenVPN (veloce, sicuro e valido per le connessioni a lunga distanza);

  • IKEv2 (indicato per le connessioni a breve distanza, anch’esso è ottimale);

  • PP2P e LT2P (protocolli di tunneling obsoleti il cui utilizzo non è consigliabile perché non offrono la sicurezza come i primi due);

  • IPSec (protocollo di sicurezza che abilita la crittografia, infatti viene usato insieme a protocolli di tunneling obsoleti come LT2P);

  • Transport Layer Security (è trai più utilizzati e tutela la tua connessione in modo parziale);

  • Wireguard (è un nuovo protocollo di comunicazione ed essendo abbastanza recente, non è ancora possibile trarne un’analisi netta).

Una volta scelte, alcune tecniche possono fornire comunicazioni protette su reti non sicure. Alcune reti VPN sicure non usano algoritmi di cifratura, ma partono dal fatto che un singolo soggetto gestisca l’intera rete condivisa e l’impossibilità di accedere al traffico globale della rete renda i singoli canali sicuri. Configurare una VPN è un’operazione non molto complessa. Se sei esperto in campo informatico puoi optare per la configurazione manuale oppure, il modo più semplice, è scaricare delle applicazioni.

La VPN è il primo passo per un viaggio sicuro.