Cosa si potrà e non potrà fare nella fascia più alta di rischio

·3 minuto per la lettura
Decreto Draghi faq
Decreto Draghi faq

Tutti chi più chi meno ci saremo chiesti in queste ultime ore cosa fare o quando è possibile spostarsi verso una determinata destinazione senza incappare in una sanzione. A poche ore dall’entrata di buona parte dell’Italia in zona rossa tante sono le domande così come altrettante sono le risposte. Dagli spostamenti passando per la scuola o ancora il lavoro sono molti dettagli a cui bisognerà fare attenzione a partire da lunedì 15 marzo.

Decreto Draghi, tutte le faq

Cosa si potrà fare e non si potrà fare in zona rossa? Ci si potrà spostare da un comune ad un altro? Ci si potrà recare in chiesa o fare sport? Per chi studia cosa cambia? Queste sono alcune delle domande che ci saremo posti almeno una volta. I dubbi tuttavia sono tanti per cui sarà fondamentale in questi giorni mantenere massima l’attenzione. Ecco quali sono le casistiche principali.

Lavoro

Il datore di lavoro è tenuto a fornire la strumentazione atta alla prestazione lavorativa?

Sia che si tratti di un contesto pubblico o privato, il datore di lavoro non può fornire la strumentazione necessaria allo svolgimento della prestazione lavorativa agile. Ciònonostante le faq del Governo specificano che: “Il datore di lavoro è tenuto ad adottare le misure organizzative e gestionali atte ad agevolare lo svolgimento delle prestazioni lavorative in modalità agile”.

Scuola

In che modalità si svolgono le attività in Università?

Le faq del Governo su questo punto sono molto chiare. Le attività scolastiche si svolgono di norma in modalità a distanza anche se determinate attività didattiche o curriculari potranno svolgersi in presenza fermo restando tuttavia che quest’ultime “dovranno svolgersi nel rispetto dei protocolli, specificamente dedicati alle università”.

Rimangono altresì attive anche le biblioteche universitarie che potranno erogare i servizi agli studenti “laddove previsto dai piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari predisposti dai singoli atenei, sentito il Comitato universitario regionale” e naturalmente nel pieno rispetto delle norme vigenti.

Per chi svolge tirocini e laboratorio?

Risposta analoga a quella relativa alle biblioteche. Chi svolge un tirocinio curriculare o un’attività di laboratorio può continuare a svolgerlo anche in questo caso “laddove previste dai piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari predisposti dai singoli atenei, sentito il Comitato universitario regionale”.

Eventi, cerimonie e riunione

Musei e luoghi di cultura eccezione fatta per le biblioteche rimangono chiuse. Unica eccezione la possibilità di utilizzare lo spazio ad esempio di un teatro allo scopo di: “trasmettere in streaming o di utilizzare gli spazi come ambienti per riprese cinematografiche e audiovisive, nel rispetto delle misure di sicurezza previste per tali attività”.

Posso andare a messa?

Secondo le faq del Governo sarà possibile partecipare alle funzioni religiose. Consentite inoltre le tumulazioni e le sepolture: “rispettando la distanza interpersonale di un metro tra le persone che vi assistono ed evitando ogni forma di assembramento”.

Gli spostamenti consentiti

Si potrà fare visita a parenti o amici?

Le visite a parenti autosufficienti o ad amici e verso “abitazioni private abitate diverse dalla propria non dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute”, non saranno permessi fino al 2 aprile e nella giornata del 6 aprile. Sarà invece consentito nelle giornate dal 3 al 5 aprile una volta al giorno e nella fascia dalle 5 alle 22. Ci si potranno inoltre spostare due persone più i figli minori fino a 14 anni.

Saranno invece consentiti sempre gli spostamenti per lavoro, necessità o salute.