Cosa succederebbe se gli animali prendessero il sopravvento sull'uomo?

Yahoo IT Evoluzione
(AP Photo/Twentieth Century Fox Film Corporation)



di Ethan Alter

Se “Apes Revolution – Il Pianeta delle Scimmie” - che in Italia uscirà mercoledì 30 luglio al cinema - ha incassato ben 73 milioni di dollari nella prima settimana di programmazione solo negli Stati Uniti, è chiaro che al pubblico piace ancora vedere sul grande schermo come sarebbe un Pianeta governato da scimmie e affini. Ma come potrebbe mai essere il “Pianeta delle Scimmie” nella realtà? E come potrebbero i comuni mortali (ben diversi da Charlton Heston) anche solo sperare di combattere simili creature?

Per la risposta a queste e altre domande, ci siamo affidati allo scienziato esperto in comportamento animale Jeff Musial, che ha portato la sua esperienza e il suo personalissimo zoo di strane creature in programmi come il “Tonight Show” di Jimmy Fallon.

Una nota per cominciare: come tutti i paladini degli amanti degli animali, il dott. Musial ci tiene a sottolineare che è assolutamente contrario all’uccisione o al maltrattamento dei nostri amici a 2, 4 o 8 zampe. Ma nell’eventualità in cui l’umanità dovesse combattere contro la propria estinzione perpetrata da una delle creature che vi elencheremo di seguito, il nostro scienziato è più che propenso a offrirci qualche consiglio tattico.




Animali: SCIMMIE
Film: La serie de “Il Pianeta delle Scimmie”  (1968-2014)

Che cosa succede nel film:

Le scimmie, dotate di un’intelligenza fuori dal comune, hanno preso il controllo del Pianeta, spodestando l’uomo dal suo ruolo di specie dominante.

Che cosa succederebbe veramente: "Dipende dal tipo di scimmia che prendiamo in considerazione. Gli scimpanzé, per esempio, hanno la forza di sei uomini, e sono anche molto intelligenti. Si divertono a strappare nasi, dita e genitali maschili, quindi possono fare veramente male. Una volta ho visto uno scimpanzé di un anno che faceva rimbalzare per terra la testa di un poveraccio come fosse un pallone da basket! Quindi cosa potrebbero fare degli scimpanzé adulti in grado di utilizzare armi e macchine? Sarebbe una cosa spaventosa. E i film dipingono gli scimpanzé come creature molto più calme rispetto alla realtà: quelli veri non sono neanche minimamente tranquilli come ne “Il Pianeta delle Scimmie”.

La nostra migliore difesa: "Prima di tutto, non fateli scappare dalle gabbie! Il fatto divertente de “Il Pianeta delle Scimmie” è vedere come le scimmie facciano squadra per conquistare il mondo, quando in realtà le diverse specie non si metterebbero di certo a combattere fianco a fianco. Gli scimpanzé e i gorilla non vanno d’accordo, così pure gli orango. Dovrebbe chiamarsi quindi “Il Pianeta degli Scimpanzè”, “Il Pianeta dei Gorilla”o “Il Pianeta degli Orango”. Quindi, il mio consiglio sarebbe mettere una specie contro l’altra e costruirsi un bunker sotterraneo in cui rifugiarsi, con scorte abbandonanti di bombe a mano con cui difendersi.”




Animali: UCCELLI

Film: “Gli Uccelli” (1963)

Che cosa succede nel film: Per ragioni mai spiegate (deliberatamente), la popolazione mondiale dei volatili decide che è ora di agire e beccare gli uomini a morte!
Che cosa succederebbe veramente: "A differenza delle scimmie, gli uccelli agirebbero in gruppo e sarebbe davvero spaventoso perché ci sono tantissime specie di uccelli con caratteristiche diverse. Ci sono i rapaci, con artigli e becchi affilati; ci sono volatili in grado di infilarsi nelle fessure più sottili e altri invece che sono ottimi pescatori. Anche un pettirosso potrebbe fare parecchio male a un uomo adulto. Mio padre è un ex militare della U.S. Air Force alto quasi 2 metri e pesante più di 100 chili, ma un piccolo pettirosso di 200 grammi è riuscito a farlo scappare di corsa scendendo in picchiata sulla sua testa. Ed era solo un pettirosso! Immaginate che cosa avrebbe mai potuto fare un uccello più grande, come un tucano, per esempio. Morte dal cielo assicurata.”

La nostra migliore difesa: "Chiudetevi in casa e sperate non riescano a capire come entrarci. Oppure urlate, riparatevi la testa e correte verso una cabina telefonica come fa Tippi Hedren nel film. Adesso, però, con tutti questi cellulari, saremmo fregati.”




Animali: Rane

Film: “Frogs” (1972)

Che cosa succede nel film: Delusa dal modo in cui gli uomini trattano la natura, la popolazione di anfibi di una minuscola isola in Florida decide di impartire loro una dura lezione sull’importanza dell’ecologia.

Che cosa succederebbe veramente: "Se catturate una rana a Central Park, la cosa peggiore che potrebbe farvi è urinarvi addosso. Ma in Africa, c’è una rana nota come rana toro gigante che con i suoi canini potrebbe mordervi e poi farvi anche la pipì addosso. Queste rane hanno la dimensione di un piattino ma sono in grado di mangiare anche grossi topi, quindi immaginate cosa succederebbe se diventassero sempre più grosse. Probabilmente mangerebbero pure gli umani! Sono già cannibali e si mangiano tra loro, e possono digerire praticamente qualunque cosa. Se si dovesse mai incrociare con la rana toro del Nord America e acquisire le sue abilità nel salto, verrebbero fuori degli ibridi in grado di fare salti enormi e mangiare qualunque cosa gli si pari davanti.”  

La nostra migliore difesa: "Non ne ho la minima idea. A volte, è la specie più insospettabile che alla fine si rivela la più pericolosa. Di solito, se pensi a una rana dici “Vabbè, posso pestarla”. Ma migliaia di queste rane toro africane giganti farebbero strage di tutti gli animali di piccola taglia che incontrano lungo il loro cammino. E se dovessero mai aumentare di dimensioni, sarebbe un ecatombe. Per fortuna ci vorrebbero centinaia di anni prima che evolvano in questi mostri.”



Animali: SQUALI
Film: “Lo Squalo” (1975)

Che cosa succede nel film: Un enorme squalo bianco estremamente vorace terrorizza una piccola città costiera del Massachusetts.

Che cosa succederebbe veramente: "Spesso gli squali sono fraintesi: la maggior parte delle volte non vogliono mangiarci, perché siamo troppo salati per i loro gusti e non abbiamo troppa carne da offrire. Ma se vedono un surfista sdraiato sulla tavola, pensano subito che sia il loro cibo preferito, le foche. Ultimamente si cominciano a vedere parecchi squali bianchi nelle acque degli Stati Uniti che risalgono dal Sud Africa, ed è un fatto abbastanza spaventoso perché sono enormi. Un solo squalo bianco è una bomba di energia, quindi se ne incontrate un bel gruppo, sarebbe una situazione davvero terrificante.”

La nostra migliore difesa: "Gli squali sopravvivono solo nell’acqua salata, quindi non c’è pericolo che possano avventurarsi sulla terra ferma. Altrimenti, dovete munirvi di quello che usano alla fine de “Lo Squalo” (una bombola d’ossigeno e tanti proiettili) e moltiplicare il tutto per il numero di squali che dovete affrontare. Oppure sganciate semplicemente delle bombe molto potenti.”



Animali: API
Film: “Swarm – Lo Sciame Che Uccide” (1978)

Che cosa succede nel film: Un esercito di api assassine porta morte e distruzione in Texas.

Che cosa succederebbe veramente: "Qualche tempo fa, le persone erano terrorizzate dalle api assassine africane che migravano in America, e penso sia un qualcosa che non possiamo controllare. Le api sono veloci, ed è praticamente impossibile fermarle. La maggior parte delle api devono essere provocate prima di attaccare, le api assassine invece lo fanno solo per il gusto di uccidere. Ho visto con i miei occhi favi grandi quanto taniche di gas propano, quindi se dovessero mai prendere il sopravvento, costruirebbero favi grandi quanto un supermercato. Si potrebbe utilizzare la dinamite per eliminarle, ma servirebbe solo a spararle in aria per poi farle ridiscendere subito dopo alla ricerca di qualcuno da pungere.”

La nostra migliore difesa: "Si dice che quando le api pungono, muoiano subito dopo perché il pungiglione rimane conficcato nella carne della vittima, ma ci vogliono davvero tantissime persone per poter sconfiggere un’intera popolazione di api assassine. Bisognerebbe pensare di costruire città sottomarine, in cui si respira tramite cannucce, perché andare sottacqua è l’unico modo che abbiamo per difenderci da queste creature.”



Animali: ALLIGATORI

Film: “Alligator” (1980)

Che cosa succede nel film: Dopo essere stato gettato nelle fognature di Chicago, un cucciolo di alligatore banchetta con le carcasse di alcune cavie imbottite di ormoni e cresce fino a diventare un’incontrollabile macchina di morte.

Che cosa succederebbe veramente: "Le persone pensano che alligatori e coccodrilli siano la stessa cosa, ma mentre I coccodrilli sono più grandi, gli alligatori sono più temibili a mio avviso. Possono correre a 50 km all’ora per la lunghezza di un campo da calcio; possono nuotare alla velocità di circa 25 km orari; esercitano una pressione di quasi 1300 chili quando serrano le mandibole, che ospitano tra l’altro 80 denti aguzzi; per concludere, sono praticamente a prova di proiettile grazie alla loro pelle squamosa. La loro peculiarità sono dei piccoli rigonfiamenti sul muso, che in passato erano considerati parte della corazza dell’alligatore. Studi recenti hanno invece dimostrato che in realtà si tratta di organi sensori che permettono di percepire i movimenti delle prede nell’acqua. Quindi immaginate di essere in acqua e di tentare disperatamente di fuggire, ma più vi muovete più attirerete il rettile. Questo è il motivo per cui sono predatori infallibili.”

La nostra migliore difesa: "Se dovessero mai imparare il linguaggio umano e a sparare, gettate la spugna. Io sarò nel mio bunker sotterraneo, spero munito di rete Wi-Fi in modo da poter leggere Yahoo News.”



Animali: RAGNI
Film: “Aracnofobia” (1990)

Che cosa succede nel film: Una specie fino ad allora sconosciuta di ragni letali mette a ferro e fuoco una cittadina dell’assolata California.

Che cosa succederebbe veramente: "I ragni hanno molte caratteristiche letali, in particular modo le tarantole. Ci sono alcune tarantole che perdono i peletti di cui sono ricoperte, cosa che provoca irritazioni piuttosto serie se vengono ingeriti o inalati. Quando ero bambino, avevo un’ enorme tarantola golia, e una volta, pulendo la sua teca, i peletti in questione mi sono finiti negli occhi e in gola. È stata davvero una bruttissima esperienza. E le diverse specie di tarantole hanno a loro disposizione diversi tipi di veleno: alcuni servono per paralizzare, altri servono per pre-digerire letteralmente la vittima dall’interno, trasformando quindi le interiora del malcapitato in una poltiglia che possono comodamente risucchiare. Le tarantole femmina di solito vivono più a lungo e mangiano i maschi, quindi sarebbe una civiltà matriarcale. Può darsi che, siccome i maschi non sono di loro gradimento, andrebbero in giro ad uccidere solo i maschi umani.”

La nostra migliore difesa: "Bisognerebbe pensare a dei veri e propri raid con delle enormi taniche di insetticida da portare in spalle. Ci sono anche alcuni frutti, come la Maclura Pomifera, che se tagliati a metà e sparsi in giro, dovrebbero tenere lontani i ragni, quindi questa potrebbe essere un’alternativa più praticabile. Le persone potrebbero semplicemente introdurre nelle loro case e nei loro giardini questa nuova pianta. Il mondo non avrà un buon profumo, ma tra il cattivo odore e lanciafiamme carichi di pesticida, non c’è storia.”

















































































Il pianeta delle scimmie (1968)

Per scoprire altre curiosità sull'evoluzione e i suoi segreti segui su Yahoo la Serie sull'evoluzione.
Sponsorizzata da Apes revolution - Il Pianeta delle scimmie