Cos’è la New Ira, l’organizzazione dietro il ritorno della violenza in Irlanda

(Getty)

Martedì 23 aprile la giornalista ventinovenne Lyra McKee è stata uccisa dal gruppo paramilitare nordirlandese New Ira. È stata colpita alla testa da un proiettile durante gli scontri tra alcuni cittadini e la polizia a Londonderry, in Irlanda del Nord.

Il comunicato

La notizia è stata diffusa dalla testata irlandese The Irish News, che ha ricevuto un comunicato dell’organizzazione che lotta per l’indipendenza di Belfast e la sua annessione al resto dell’isola. “Lyra McKee è stata tragicamente uccisa nel corso di un attacco al nemico”, si legge nel comunicato. “L’Ira offre le sue più sincere scuse alla partner, alla famiglia e agli amici”.

Gli scontri

Al momento dell’uccisione, la giornalista era accanto ad un convoglio delle polizia, nel quartiere di Creggan. Si trovava sul posto per seguire le proteste dei residenti contro la decisione della polizia di perquisire alcune abitazioni in relazione alle indagini sullo scoppio di una bomba lo scorso 19 gennaio. La McKee aveva in passato già pubblicato un libro che documentava la guerra civile scoppiata nella seconda metà del Novecento tra i separatisti cattolici del Nord Irlanda, favorevoli a un’unificazione con Dublino, e i protestanti unionisti, appoggiati dal governo britannico.

Cos’è la New Ira

Si tratta dell’ultima incarnazione dell’Irish Republican Army, noto come Ira, l’organizzazione paramilitare nata agli inizi del Novecento e che ha segnato la vita pubblica irlandese, attraversandone tutte le fasi più complesse, dalla Rivolta di Pasqua al Bloody Sunday – avvenuto proprio a Derry – e dalla guerra civile irlandese agli scioperi della fame dei suoi detenuti negli anni Ottanta. Oggi l’Ira non esiste più, il nome della nuova organizzazione, New Ira, è stato coniato dai media per distinguerlo dal precedente.

La nascita

L’organizzazione paramilitare è nata ufficialmente nel 2012 dalla fusione di più gruppi che si opponevano al Good Friday Agreement, il sistema di accordi del 1998 con il quale sono stati sanciti l’appartenenza del Nord Irlanda al Regno Unito, la creazione dell’Assemblea dell’Irlanda del Nord, le relazioni bilaterali tra Regno Unito e Repubblica d’Irlanda e lo smantellamento dei gruppi militari, dando così avvio al processo di pace. Oggi farebbero parte della New Ira 100 membri “militarmente attivi, di qualsiasi età”. Nel 2009 l’organizzazione ha rivendicato l’omicidio di due militari britannici durante un attacco alla base militare di Massereene, nella contea di Antrim. Nel 2010, invece, ha fatto esplodere due bombe.

Leggi anche:

Raggi e quella foto su Instagram che scatena la rabbia del fotografo

La tragedia del tycoon dell’abbigliamento in Sri Lanka, morti tre figli

L’account Facebook di INPS per la famiglia è diventato un caso nazionale