Cosenza, esalazioni da vasca con mosto: 4 morti

·3 minuto per la lettura

Quattro morti in contrada Carusi, a Paola, in provincia di Cosenza, a causa delle esalazioni provocate da una vasca contenente mosto. Le vittime sarebbero padre e figlio, di 70 e 40 anni, e due fratelli di 50 e 70 anni. Altre due persone sarebbero in gravi condizioni.

Secondo quanto si apprende, uno dei fratelli si sarebbe sentito male a causa delle esalazioni di monossido di carbonio, esalato dalla fermentazione, e gli altri tre sarebbero intervenuti per soccorrerlo, ma le esalazioni non hanno lasciato scampo nemmeno a loro. La tragedia si sarebbe verificata all’interno di un magazzino durante la preparazione del vino dopo la vendemmia. I vigili del fuoco avrebbero trovato tre delle vittime nella vasca di fermentazione e la quarta poco distante.

Una quinta persona, donna, è stata trasportata in ospedale in eliambulanza con segni di asfissia. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco e ai carabinieri, anche i medici del 118, due elisoccorso e il sindaco di Paola Roberto Perrotta.

"Una tragedia" dice all'Adnkronos il procuratore di Paola, Pierpaolo Bruni. "Almeno per il momento sembrerebbe essere un grave incidente legato alla produzione del vino fatto in casa. Ovviamente ci sarà un’inchiesta per verificare e capire quello che è accaduto".

"Sono tragedie che viene difficile raccontare" dice all’AdnKronos il sindaco di Paola, Roberto Perrotta. "Stavano facendo la vendemmia come si usa fare dalle nostre parti, come ogni anno. Cose che si fanno aiutandosi vicendevolmente tra parenti, con tranquillità. Una tradizione che non ha mai destato particolare preoccupazione. Purtroppo, però, questa volta qualcosa è andato per il verso sbagliato".

"Il primo si è sentito male - spiega il sindaco -, il papà è corso per aiutare il figlio, ed è stata una catena, perché non hanno esitato a buttarsi dentro per salvarlo. Una catena che poteva continuare se non fosse stato per l’intervento di un altro della famiglia, un ragazzo molto forte fisicamente, che ha tratto in salvo la ragazza che ora si trova in ospedale, ma per fortuna non è in pericolo di vita. Anche il ragazzo che ha soccorso la ragazza sta bene".

"Sono intervenuti anche i vicini di casa, parenti, amici – aggiunge il sindaco -, l’elisoccorso è intervenuto immediatamente, il pilota è stato bravissimo, purtroppo, però, non c’era più niente da fare. Io non sono entrato nel magazzino. Sul posto ci sono ambulanze, carabinieri, polizia e i vigili del fuoco, che sono dovuti andare a recuperare i corpi rimasti nella vasca del mosto".

"Non sappiamo cos’è andato storto stavolta -conclude il primo cittadino -, i corpi adesso si trovano in ospedale, non so quando il magistrato darà il via libera per riportarli a casa. Sono stato sul posto fino a poco fa e fra poco tornerò in ospedale per stare vicino ai parenti delle vittime, ma la tragedia è troppo forte. Il tutto è avvenuto al confine fra Paola e Fuscaldo. Due morti sono di Paola e due di Fuscaldo, ma è come se fosse un unico paese. Ci si conosce tutti. Siamo divisi solo da un fiume".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli