Cosmesi green, il nuovo standard di Natrue a Vivaness

·1 minuto per la lettura
Cosmesi green, il nuovo standard di Natrue a Vivaness
Cosmesi green, il nuovo standard di Natrue a Vivaness

Natrue presenta a Vivaness eSpecial, evento internazionale dedicato alla cosmesi naturale e biologica che quest’anno si svolgerà online dal 17 al 19 febbraio, il nuovo standard 3.9 che riduce i livelli di certificazione dell'etichetta Natrue a due sole categorie, 'naturale' e 'biologico', aggiungendo nuovi requisiti per la formulazione dei prodotti con l'obiettivo di portare il mondo della cosmesi verso un’innovazione ancora più ecosostenibile e trasparente.

Obiettivo dell’associazione è arginare il fenomeno del greenwashing, ovvero la tendenza a spacciare per naturali e bio cosmetici che in realtà non lo sono e spiegare con chiarezza come riconoscere, in fase di acquisto, i prodotti veramente green e i player che agiscono responsabilmente ed eticamente.

Il 17 febbraio alle 12 (stream 5), il presidente di Natrue Bernhard Irrgang e Mark Smith, direttore generale, parteciperanno alla conferenza inaugurale presentando i risultati dell’indagine sulle scelte d’acquisto e sulle nuove tendenze rivolte al mondo del naturale e alle sue certificazioni. Natrue parteciperà, inoltre, ad alcune tavole rotonde approfondendo in particolare: il suo nuovo standard e i criteri di certificazione, le tematiche relative agli sviluppi normativi a livello Ue e internazionale e le tendenze future e i cambiamenti nell'industria cosmetica. Tutti i partecipanti possono seguire le tavole rotonde di Natrue disponibili sulla piattaforma online Vivaness.

"Vivaness è la vetrina internazionale di riferimento per la cosmesi naturale e biologica. Un appuntamento strategico per fare il punto su innovazione, tendenze e confrontarsi sugli sviluppi di questo settore in grande evoluzione. Anche se quest’anno la kermesse sarà virtuale, rimane un momento fondamentale per conoscere le novità delle aziende e fare cultura sulla vera cosmesi naturale, biologica e certificata", osserva Mark Smith, direttore generale Natrue.