Cosmo-SkyMed, Tofalo (Difesa): quando Italia fa sistema vince

Cosmo-SkyMed, Tofalo (Difesa): quando Italia fa sistema vince

Roma, 18 dic. (askanews) – “É stata una giornata molto importante perché i satelliti di Cosmo-SkyMed rappresentano una prova inconfutabile di come quando l’Italia si muove come sistema Paese è vincente: Presidenza del Consiglio, Miur, Mise e Difesa. Il contributo che la Difesa sta dando in questi anni è proprio in termini di risorse umane, cito solo due nomi su tutti: Luca Parmitano attualmente comandante della Stazione spaziale internazionale e Samantha Cristoforetti che presto rivedremo tornare nello spazio.

Siamo bravi, siamo forti, dobbiamo continuare a investire tantissimo e nell’ultimo anno la Difesa ha costituito un nuovo comando, il comando operazione reti, che terrà conto per la sicurezza cibernetica anche dei nodi satellitari e, in particolare, è stato costituito da qualche mese l’Ufficio generale spazio, ufficio interforze a guida Aeronautica Militare che a mio avviso rappresenta il seme di quello che sarà il futuro comando spaziale della difesa”.

Così il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo commentando il successo del lancio del primo satellite di seconda generazione del programma di osservazione della terra ad uso duale Cosmo-SkyMed, programma dell’Agenzia spaziale italiana e del ministero della Difesa, avvenuto oggi dalla base di Kourou con vettore Soyuz. Lancio inizialmente previsto per ieri ma rinviato per un problema e riprogrammato per oggi alle 9.54 ora italiana.