Cosmonauta Lazutkin: Gagarin ci insegnò a non montarci la testa

·1 minuto per la lettura
featured 1271285
featured 1271285

Milano, 12 apr. (askanews) – Perché Yurij Gagarin è così importante? Parla ad askanews il cosmonauta russo Aleksandr Ivanovic Lazutkin che partecipò alla missione Soyuz TM-25 per la stazione spaziale Mir. Lazutkin e trascorse 184 giorni, 22 ore e 7 minuti nello spazio.

“Per me quest’uomo ha giocato un ruolo molto importante, in particolare dopo il mio volo”, afferma. “Proprio nel momento in cui ho capito che è molto difficile essere famosi. Io mi ricordo che Yurij Gagarin era una personalità estremamente famosa, conosciuta, lo conoscevano dappertutto, in ogni Paese, lo volevano vedere, toccare, incontrare. Ma nonostante questo rimase una bellissima persona, semplice. Per me quindi il nome di Gagarin è proprio legato a questo: rimanere un essere umano”.