Cossack, la città abbandonata ora rinasce

·3 minuto per la lettura
cossack in australia
cossack in australia

In molti hanno sentito parlare di città fantasma ma nel mondo ne esistono molte di più di quante ne immaginiamo o di quante ce ne hanno fatto vedere i film. La città fantasma di Cossack si trova alla foce del fiume Harding, nella regione Pilbara dell’Australia occidentale. La città più vicina è Roebourne a soli 14 chilometri a sud. Questa città fantasma è un luogo straordinario in cui la storia è stata mantenuta viva grazie alla conservazione di alcuni edifici, essenzialmente otto fabbricati in pietra blu che sono stati riportati al loro antico splendore e sono elencati dal National Trust. Nonostante gli altri edifici siano in rovina, i visitatori della città possono avere un’idea di com’era la vita negli anni ’70 dell’Ottocento.

La storia di Cossack è legata alle perle

La storia di Cossack si costruisce intorno alla pesca ed al commercio delle perle. Il porto non era solo il primo nel nord-ovest, ma era anche considerato fondamentale per il trasporto del bestiame da allevamento nella zona. Anche la città era una tappa della corsa all’oro. All’inizio la città era conosciuta come Tien Tsin, il nome della nave che portò nella zona il primo colono, Walter Padbury. Divenne Cossack nel 1872, ancora una volta in onore di una nave, questa volta quella che trasportava il governatore dell’Australia occidentale, Sir Frederick Weld, in città nel 1871.

Negli anni ’70 dell’Ottocento nell’area portuale stazionavano fino ad 80 imbarcazioni. Un ciclone danneggiò la città e tutte le barche nel 1881. Nel 1885, il porto dei Cossack era di nuovo in uso, ma solo 44 navi ne usufruivano.

La città di Cossack è stata abbandonata nel 1910, in seguito alla costruzione del molo di Point Sampson. Alla fine fu abbandonata del tutto nel 1950 dopo che l’industria delle perle si trasferì a Broome e la corsa all’oro era già finita. Il porto di Cossack non è stato costruito per affrontare le navi più grandi del XX secolo. Molte delle strutture caddero in rovina, devastate dai frequenti cicloni nella zona. Tuttavia, alcuni degli edifici sono stati considerati storicamente significativi e sono stati raccolti fondi per provvedere al loro restauro.

Oggi il turismo fa rinascere Cossack

I visitatori possono ora esplorare la dogana, il tribunale, l’ufficio postale e telegrafico, il forno, gli edifici della polizia e uno dei negozi che operavano lì noto come negozio di Galbraith. Molti di questi edifici sono elencati dal “National Trust of Australia”. Oggi, l’area fa parte anche del Cossack Heritage Trail. È possibile seguire il sentiero in auto o a piedi. Se si cammina, gli esploratori vengono condotti in siti come il tribunale, la caserma della polizia, la dogana e il molo. Chi è in macchina può vedere gli orti cinesi, la stazione dei tram, la scuola e il belvedere di Tien Tsin.

La maggior parte delle volte, la zona è molto tranquilla e molte persone amano pescare sgombri, salmoni, orate, mangrovie e barramundi ai margini di Butcher’s Inlet. Per coloro che desiderano cultura, c’è un museo, un caffè e un negozio di souvenir. È anche possibile nuotare e fare snorkeling al largo della spiaggia.