Costa Concordia: riprese operazioni pulizia fondale

(ASCA) - Isola del Giglio (Gr), 12 apr - L'apertura di una

finestra di bel tempo ha consentito la ripresa delle

attivita' legate alla fase di 'caretaking', che hanno visto i

tecnici della Smit Salvage e Neri impegnati nel recupero dal

fondale dei materiali e degli oggetti usciti dalla nave Costa

Concordia.

Nella mattinata il motopontone Marzocco, ha raggiunto il

porto di Talamone con il carico rinvenuto nei giorni scorsi

per il successivo trasferimento al sito di stoccaggio

temporaneo, facendo poi ritorno nel pomeriggio all'Isola del

Giglio.

E' proseguita, inoltre, comunica la struttura commissariale,

l'ordinaria attivita' di vigilanza e assistenza in mare,

condotta dalle unita' navali dalle forze dell'ordine nello

specchio d'acqua circostante la Costa Concordia,

congiuntamente alla verifica del corretto posizionamento

delle panne antinquinamento e di quelle assorbenti, mentre

il personale subacqueo della Capitaneria di Porto e della

Polizia di Stato ha monitorato i marker posizionati a poppa e

a prua dello scafo, utili a registrare i movimenti della

nave. Non risultano anomalie da segnalare ne' nei movimenti

della nave monitorati dagli esperti del Dipartimento di

Scienze della Terra dell'Universita' di Firenze, ne' nei

rilevamenti ambientali assicurati da Ispra e Arpat.

Nel pomeriggio, a causa di un impegno istituzionale del Capo

Dipartimento, Fabrizio Curcio, Coordinatore della Struttura

di Missione del Commissario delegato, ha incontrato la

popolazione di Isola del Giglio nel consueto appuntamento

settimanale, aggiornando i cittadini sullo stato di

avanzamento dei lavori della commissione incaricata di

valutare i piani operativi per la rimozione della nave Costa

Concordia.

Tutte le attivita' proseguiranno, compatibilmente con le

condizioni meteo, anche nei prossimi giorni, per cui e'

previsto l'ingresso di una nuova perturbazione con forti

venti e moto ondoso in aumento.

Ricerca

Le notizie del giorno