Costa: "Dopo il 15 giugno estate senza restrizioni"

Costa:
Costa: "Dopo il 15 giugno estate senza restrizioni" (Getty Images)

"Il Paese e il governo hanno scelto la gradualità per affrontare la pandemia, nelle misure restrittive e nell'allentamento, dopo due anni da parte dei cittadini c'è una responsabilità diversa, in alcuni situazioni continuano a indossare le mascherine, è il momento di dare fiducia agli italiani. Dopo il 15 giugno credo ci siano le condizioni per arrivare ad una estate senza restrizioni". Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Andrea Costa a Radio24.

VIDEO - Covid-19: che impatto ha avuto la pandemia sui giovani? La fotografia dell’ISTAT

"Confidiamo - ha aggiunto - di essere di fronte a una fase nuova, l'importante è procedere con la quarta dose per anziani e fragili perché li rende più protetti, così come fare il booster per i circa tre milioni di cittadini che sono in attesa della dose di richiamo. È importante completare il ciclo vaccinale così davanti ad una eventuale recrudescenza del virus siamo protetti tutti".

Riguardo la situazione in Cina, Costa crede che il problema sia legato ad "un diverso obiettivo, quello del contagio zero, utopistico e inarrivabile, noi sappiamo è impossibile, l'obiettivo è la convivenza per permettere al Paese e agli ospedali di andare avanti e non essere sotto pressione".

Incontrando gli studenti di Medicina e Farmacia dell'Università di Pisa, il sottosegretario alla salute si è poi soffermato sull'utilizzo delle mascherine a scuola: "Per quanto riguarda l'obbligo di utilizzare le mascherine nelle scuole primarie e di infanzia, io ero tra quelli che sostenevano che forse durante lezioni, quando i bambini sono a posto nei banchi, l'uso della mascherina poteva essere evitata. Poi è prevalsa la linea di mantenere l'obbligo fino alla fine dell'anno scolastico, anche in considerazione del fatto che ormai ci siamo vicini".

VIDEO - Effetto Covid, che stress per chi lavora nei supermercati

"Effettivamente - ha concluso Costa - non era il caso di cambiare di nuovo le regole in un ambito, quello della scuola, in cui oggettivamente non è stato facile stare dietro alle regole che avevamo introdotto. Potevamo fare meglio, soprattutto dal punto di vista della semplicità: nel mondo della scuola un po' di contraddizioni sono emerse".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli