Costa (FI): agghiaccianti parole Davigo su ingiuste detenzioni

Bla

Roma, 23 feb. (askanews) - "Oggi il consigliere del Csm Davigo sostiene, con riferimento agli indennizzati per ingiusta detenzione che 'in buona parte non si tratta di innocenti, ma di colpevoli che l'hanno fatta franca'. E' un' affermazione agghiacciante, e lo è ancora di più in quanto effettuata da un giudice che dovrebbe conoscere e rispettare la Costituzione, le norme che disciplinano la privazione della libertà personale, i casi in cui queste vengono violate". Così Enrico Costa Enrico Costa, responsabile Giustizia di Forza Italia.

"Gli arresti subiti vengono definiti ingiusti non da un passante, ma da giudici. Ogni anno i colleghi di Davigo sbattono in galera 1000 persone che in galera non dovrebbero starci, e vengono indennizzate, per decisione di altri giudici, per aver subito un'ingiusta detenzione. E costoro perdono il lavoro, la credibilità, compromettono gli affetti familiari, ed invece di ottenere scuse dallo Stato, si sentono dire da chi dovrebbe giudicare i magistrati (quelli che lo hanno arrestato ingiustamente) che sono solo colpevoli che l'hanno fatta franca. Pazzesco. Purtroppo il ministro Bonafede non spenderà un parola, visto che considera il garantismo alla stregua di una malattia", sottolinea Costa.