Costa (Fi): su separazione carriere Bonafede non si metta di traverso

Pol/Luc

Roma, 17 ott. (askanews) - "A sostegno della proposta di legge sulla Separazione delle Carriere dei magistrati si registra un'ampia base parlamentare. Lo si evince dal contenuto degli emendamenti presentati ieri in Commissione Affari Costituzionali. Solo il Movimento 5 Stelle ha 'bocciato' l'impianto normativo depositando una raffica di 'soppressivi'; gli altri gruppi hanno proposto modifiche che mantengono intatta l'ossatura della proposta di iniziativa popolare avanzata dall'Unione delle Camere Penali. Come Forza Italia abbiamo avanzato due proposte migliorative: la prima tesa ad evitare che 'per legge' la maggioranza di turno possa declinare a suo piacimento il principio di obbligatorietà dell'azione penale (siamo consapevoli del problema, ma riteniamo che affrontarlo in questa sede possa indebolire il nucleo della proposta di legge), la seconda finalizzata a scongiurare una qualsiasi 'copertura' Costituzionale alla non condivisibile scelta del sorteggio dei membri togati del CSM. Siamo certi che il dibattito parlamentare potrà raggiungere un'ampia condivisione: ci auguriamo che non prevalgano logiche di maggioranza e, soprattutto, che il Ministro Bonafede non si metta di traverso". Lo afferma, in una nota, Enrico Costa, deputato di Forza Italia e responsabile dipartimento Giustizia del partito.