Costa: “Mascherine al chiuso da maggio solo raccomandate, estate senza restrizioni”

·1 minuto per la lettura
Costa stato di emergenza
Costa stato di emergenza

Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa si è espresso su cosa potrebbe accadere da maggio in merito alle mascherine al chiuso: secondo lui ci sono le condizioni per passare dall’attuale obbligo ad una semplice raccomandazione nella maggior parte dei contesti.

Costa sulle mascherine al chiuso

Intervistato dall’ANSA, l’esperto ha reso noto che durante la prossima settimana il governo si incontrerà per prendere una decisione nel merito e annunciato che “la direzione credo sia quella di raccomandale e non mantenerle obbligatorie“. In questi due anni, ha continuato, gli italiani hanno preso una consapevolezza diversa e anche all’aperto ci sono ancora molti cittadini che le indossano per prudenza. Al massimo, ha spiegato, si potrà valutare di lasciare l’obbligo sui mezzi di trasporto mentre a scuola, soprattutto durante le ore di lezione in cui gli alunni sono seduti al loro posto, “penso che si possa valutare di non metterle più“.

Costa ha inoltre affermato che ci sono le condizioni per andare verso un’estate senza restrizioni: “Dopo due anni di regole e dopo che gli italiani si sono vaccinati e hanno rispettato tutte le indicazioni del governo, è giusto dare messaggi positivi“.

Costa sul green pass

Per quanto riguarda il green pass, l’esponente del governo ha dichiarato che continuerà a rimanere in essere ma dal primo maggio non verrà più chiesto per alcun tipo di attività. “Non è che sparisce, semplicemente non viene più richiesto e non viene più utilizzato. Confidiamo e auspichiamo che non ce ne sia più bisogno“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli