Costa presenta Zone Economiche Ambientali nei Parchi Nazionali

Gci

Roma, 28 dic. (askanews) - "Produrre sviluppo e occupazione in armonia con l'ambiente". Questa la filosofia delle Zone Economiche Ambientali nei Parchi Nazionali presentate oggi dal ministro dell'Ambiente, Sergio Costa. Dopo la tappa in Cilento è stata la volta del Parco Nazionale della Sila, e alla presenza di Francesco Aiello, candidato M5s alla Presidenza della Regione Calabria, stamattina il ministro ha illustrato la normativa di recente istituita, che tra le altre cose prevede forme di sostegno alle imprese impegnate in programmi o investimenti che rispettino l'ambiente, nonché agevolazioni e vantaggi fiscali per chi voglia rilanciare attività imprenditoriali nei parchi. "Finanziate con 20 milioni di euro nella legge di stabilità - spiega il ministro Costa -, con le Zea i parchi hanno la possibilità di produrre sviluppo senza contrastare con l'ambiente. Inoltre, altri 120 milioni di euro si aggiungeranno per il 2020 alle risorse già stanziate in modo da realizzare su questi territori progetti green, implementando l'imprenditoria e combattendo, oltre che la fuga dei cervelli, il terribile fenomeno dello spopolamento".

Investimenti green che saranno avviati grazie agli incentivi della Zea, valorizzeranno le risorse naturali di cui è dotato tutto l'altopiano della Sila: la montagna potrà rappresentare il luogo del riscatto di vaste aree della Calabria.