Costretto a bere dal secchio per punizione

beve dal secchio per punizione
beve dal secchio per punizione

Scandalo in Germania, dove una donna sottoponeva il figlio di tre anni ad una punizione disgustosa: era obbligato a bere acqua dal secchio rinchiuso in una stanza.

Donna obbliga il figlio di tre anni a bere dal secchio

Una punizione terribile: il figlio di soli tre anni veniva rinchiuso in una stanza ed era obbligato a bere l’acqua da un secchio. Il fatto è accaduto più di un anno fa in un paesino in Germania, ma i Carabinieri di Aurisina, in provincia di Trieste, hanno rintracciato la donna solo qualche giorno fa durante i controlli transfrontalieri. Ora la 30enne, di nazionalità rumena, rischia fino a 10 anni di carcere.

I vicini all’epoca avevano segnalato il grave fatto alla Polizia non appena ne vennero a conoscenza, ma la donna con tutta la famiglia è scomparsa prima di un possibile intervento delle autorità tedesche.

La ricostruzione dell’orribile punizione

L’episodio risale all’aprile del 2021. Secondo quanto ricostruito, il bimbo era particolarmente irrequieto e metteva in disordine la casa, e la madre non riusciva ad istruirlo. Così ha optato per il gesto sconsiderato: per punizione, la donna lo avrebbe sculacciato con forza per poi rinchiuderlo nella sua cameretta, lasciandogli un secchio pieno d’acqua da cui farlo bere durante la “reclusione” forzata.

Da un approfondimento i militari di Aurisina hanno infatti accertato che la madre di 30 anni è ricercata dalla Germania perché su di lei pende un mandato di arresto europeo. La donna è stata arrestata e condotta nel carcere di Venezia, dove verrà trattenuta in attesa dell’estradizione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli