Costringe la moglie invalida e la figlia a prostituirsi: arrestato un 53enne

costringe moglie figlia prostituirsi

Dramma a Cosenza, dove un uomo di 53 anni è stato arrestato per aver costretto la moglie invalida e la figlia a prosituirsi. Insieme a lui, inoltre, anche il figlio di 27 anni è finito in manette con le accuse di maltrattamenti e violenze nei confronti della madre. I carabinieri del Comando provinciale di Cosenza hanno condotto una serie di indagini che hanno portato ai due arresti. Inoltre, i militari hanno anche eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip su richiesta della Procura della Repubblica.

Costringe moglie e figlia a prostituirsi

Un uomo di 53 anni è stato arrestato insieme al figlio che si trova ora agli arresti domiciliari a Cosenza. Il 53enne avrebbe costretto la figlia e la moglie invalida a prostituirsi; mentre il figlio di 27 anni è accusato di maltrattamenti nei confronti della madre. I carabinieri hanno tenuto una serie di indagini volte ad accertare quanto accaduto. Non appena appurata la situazione, infatti, i militari dell’Arma di Cosenza hanno arrestato i due uomini, sui quali gravano pesanti accuse. La donna, costretta dal marito a prostituirsi e maltrattata dal figlio, era anche invalida. Il gip della Procura della Repubblica, valutata la situazione, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare che i carabinieri hanno prontamente eseguito.

Episodio simile

Un episodio molto simile era accaduto lo scorso maggio a Padova: un cittadino ungherese venne arrestato con l’accusa di aver costretto la moglie e la figlia a prostituirsi. Il reato a cui andava incontro era quello di “induzione e sfruttamento alla prostituzione”.