Costruttori macchine per la stampa, un raodshow con la Russia

Red
·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 29 mar. (askanews) - Dopo le tappe del 2020 in Turchia, Regno Unito, Egitto e Algeria, nel 2021 riparte dalla Russia "Future Factory Streaming Roadshow", il format di eventi digitali per la promozione all'estero delle imprese italiane di Acimga, associazione confindustriale dei produttori di macchine per l'industria grafica, cartotecnica, cartaria, di trasformazione e affini. L'evento, organizzato con il supporto di ITA (Italian Trade Agency) e l'Ambasciata italiana in Russia, si terrà martedì 30 marzo, a partire dalle ore 10, e vedrà la partecipazione di stampatori e converter, brand owner e associazioni di categoria di un paese che si posiziona tra le prime sei destinazioni dell'export italiano del settore. In Russia, in particolare, i costruttori italiani hanno realizzato vendite per oltre 50 milioni di euro nel 2019, che valgono una quota di mercato del 14%. Numeri che hanno subito un calo di circa il 9% nel corso del 2020, che tuttavia non ha compromesso la posizione dell'Italia quale terzo esportatore nel paese dietro a Germania e Cina.

Il roadshow rappresenta l'ultima tappa di un percorso di internazionalizzazione, avviato nel 2020 da Acimga, che conduce a Future Factory, l'evento annuale organizzato dall'associazione, in programma il prossimo 10-11 giugno.

«Abbiamo ideato gli streaming roadshow durante la pandemia per dare continuità al dialogo con i mercati esteri, fondamentale per la nostra comunità imprenditoriale, che esprime il 70% del proprio fatturato in esportazioni - spiega Andrea Briganti, direttore di Acimga - La Russia è una tappa strategica: insieme agli Stati Uniti, rappresenta per l'industria italiana delle tecnologie per la stampa e il packaging il principale mercato di importazioni premium price (prezzo medio di oltre 25€/kg) e predilige quindi la qualità dei prodotti Made in Italy. Il dialogo tra le supply chain dei nostri paesi si presenta dunque come una preziosa occasione di confronto sulle direttrici future del nostro settore».

«Future Factory è un format ideato per mettere insieme l'intera community dei produttori di tecnologia, trasformatori/stampatori, influencer, brand owner e agenzie - prosegue Briganti - L'obiettivo è creare una vera cultura di settore e porre l'industria italiana al centro di una riflessione trasversale a tutta la filiera su temi di rilievo, quali sostenibilità, industria 4.0, servitizzazione. Con Future Factory intendiamo dare valore al "Made by Italy", ovvero non solo alle macchine, ma al patrimonio di conoscenze prodotte dalle imprese associate ad Acimga, che oggi fanno dell'Italia il terzo esportatore al mondo nel settore, con una quota di mercato che sfiora il 10%».

Chi è Acimga - Acimga (Associazione Costruttori Italiani di Macchine per l'Industria Grafica, Cartotecnica, Cartaria, di Trasformazione e Affini) è l'associazione confindustriale che raduna i produttori di macchine per la stampa e la cartotecnica. Dal 1947 è il punto di riferimento nazionale per tutte le tecnologie della stampa, del packaging e del converting per tutte le applicazioni e per tutti i tipi di materiali. Acimga conta attualmente 82 soci, che rappresentano oltre il 60% del fatturato totale dell'industria del settore e il 70% del fatturato export