Cota lascia la Lega e approda a Forza Italia

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

L'ex governatore del Piemonte, Roberto Cota, lascia la Lega, che ha guidato a livello regionale dal 2001 al 2016 ma da cui negli ultimi tempi aveva preso le distanze tanto da non rinnovare nell'ultimo anno la tessera, e approda a Forza Italia. Ad annunciarlo è lo stesso Cota, oggi avvocato con studi a Novara e Torino, che all'Adnkronos spiega: ''Seppur concentrato sulla mia professione di legale, sono sempre rimasto in contatto con Diego Sozzani, parlamentare novarese di Fi, attraverso il quale mi sono avvicinato al coordinatore degli azzurri piemontesi, Paolo Zangrillo, con il quale è nato un feeling politico che mi ha spinto a decidere di passare con Fi nel rispetto della mia storia di federalista moderato''.

''Non ho pretese e non chiedo incarichi ma mi metto a disposizione come militante del partito azzurro a cominciare dalle elezioni amministrative della prossima primavera che interesseranno Torino e Novara a cui non farò mancare il mio aiuto'', aggiunge Cota che ribadisce: ''Si tratta di una scelta coerente con la mia idea di politica, ho pieno rispetto delle altre forze di centro destra ma credo che la mia collocazione più naturale sia in Forza Italia e a chi mi dice che si tratta di un partito non proprio in crescita in questo momento, io rispondo che non sono uno che sale sul carro del vincitore e inoltre - conclude - credo che Forza Italia abbia ancora un notevole spazio politico''.

''Sono felice perché questo significa che Forza Italia è ancora attrattiva. Il nostro partito è un partito vivo'' commenta Paolo Zangrillo. "Cota - sottolinea all'Adnkronos Zangrillo - è stato nel passato un politico di rilievo. Mi fa piacere che una persona della società civile come lui, visto che Roberto è avvocato, abbia deciso di tornare in politica, di impegnarsi di nuovo per la comunità, e abbia scelto di farlo con noi".

L'approdo dell'ex governatore piemontese in Fi, secondo il parlamentare Zangrillo, che fa il paio con l'arrivo qualche settimana fa nel gruppo azzurro del Consiglio comunale di Torino di Federica Scanderebech, ''è un chiaro segnale di un partito vivo. Dimostra che c'è ancora attenzione per noi, è il chiaro riconoscimento dell'esistenza di un'area moderata nel centrodestra, Forza Italia appunto, sintesi politica importante e attrattiva per chi non vede di buon occhio gli estremisti''.

Zangrillo racconta di aver informato Silvio Berlusconi dell'arrivo di Cota: ''Il presidente Berlusconi è rimasto soddisfatto: aveva un ricordo vivo e positivo di Cota''.