Covid, 10 cose imparate e da sapere per evitare infezioni nei bimbi

featured 1666523
featured 1666523

Roma, 3 nov. (Adnkronos Salute) – Le norme apprese durante la pandemia sono utili per limitare il rischio di contrarre malattie infettive di diversa origine. L'uso di gel disinfettanti, il lavaggio frequente delle mani e il cambiare spesso l'aria nei locali, in case, scuole e palestre, sono alcune delle indicazioni che i pediatri hanno riassunto nel decalogo 'Bambini e Covid-19, le 10 cose da sapere', destinato alle famiglie. La guida per affrontare senza timori i prossimi mesi invernali è tra gli argomenti del convegno 'Verso una nuova quotidianità. La lezione del Covid', in programma il prossimo 10 novembre all'Università degli Studi di Pavia e realizzato con il contributo non condizionato di Dompé.

Nell'elenco dei 10 punti individuati, i pediatri raccomandano ai genitori di far condurre al bambino una vita normale: l'isolamento sociale può determinare disturbi psicologici in bambini ed adolescenti. Inoltre ricordano che l'impiego del vaccino anti-Covid in bambini e adolescenti consente di prevenire le manifestazioni più gravi di Covid-19 in questa fascia di età. In caso di febbre, invitano a consultare il proprio pediatra e a non sottoporre il bambino a esami non necessari in autonomia. Se il bambino contraesse Covid, il consiglio è di non allarmarsi e seguire le indicazioni del pediatra. Nella gran parte dei casi – ribadiscono i medici – l'infezione si controlla con l'uso ragionato dei farmaci antiinfiammatori. Quindi, non utilizzare antibiotici né farmaci a base di cortisone quando non sono indicati. Spetta al pediatra stabilire la necessità di prescriverli.

Gli specialisti dei più piccoli sottolineano, al punto 5, che non c'è solo Covid-19 in circolazione. I problemi alle vie respiratorie, molto diffusi in inverno, possono essere dovuti anche ad altre cause e avere origine virale o batterica. In caso di infezione virale (ad esempio virus influenzale o parainfluenzale), non vanno utilizzati antibiotici. Spetta al medico eseguire la diagnosi e stabilire la terapia più corretta. L'impiego del vaccino antinfluenzale anche in età pediatrica è altamente raccomandato.

Areare gli ambienti domestici, scolastici e palestre costituisce poi un presidio fondamentale per limitare il contagio, non solo del virus di Covid, ma di tutti i virus respiratori, fanno presente i pediatri. I bambini – continua il decalogo – vanno incoraggiati a svolgere un'attività fisica regolare anche durante la stagione autunnale e invernale, tenendo sempre presenti le buone pratiche di prevenzione delle infezioni da raffreddamento. L'aumento della popolazione pediatrica in sovrappeso o francamente obesa è stata una delle conseguenze più negativa dell'isolamento a causa del Covid. Infine, i pediatri invitano i genitori a ricordare e far acquisire ai bambini il rispetto delle regole di igiene e prevenzione quali il lavaggio frequente delle mani, l'uso del gel, tutti presidi essenziali validi nei confronti di ogni malattia infettiva.