Covid: 130 in isolamento dopo festa in paese sud Sardegna

·1 minuto per la lettura
 (Photo by Camilo Freedman/SOPA Images/LightRocket via Getty Images)
(Photo by Camilo Freedman/SOPA Images/LightRocket via Getty Images)

Un positivo a una festa e 130 persone in isolamento fiduciario. Succede a Seulo, nel sud della Sardegna. "Abbiamo diviso i partecipanti in tre fasce di rischio – ha spiegato all'Ansa il sindaco Enrico Murgia - dai contatti più vicini e parenti agli altri, che erano magari solo presenti e hanno scambiato solo due parole con la persona colpita".

Il primo cittadino precisa che il positivo aveva completato la somministrazione del vaccino lo scorso 12 luglio. "Ora - annuncia Murgia - stiamo attivando, in collaborazione con l'Ats, uno screening per capire se ci sono stati contagi". È stata organizzata una vera e propria corsa ai tamponi che potrebbero essere effettuati già stasera nella palestra comunale.

GUARDA ANCHE: Vaccini, in Israele terza dose per over 60

Per i partecipanti alla festa nessuna ordinanza restrittiva: "Sarà più che altro un invito a rispettare la quarantena per dieci giorni e a indossare la mascherina all'aperto. La festa si è svolta in un locale molto ampio, siamo fiduciosi e stiamo vivendo questo momento in maniera serena". 

L’evento si è svolto sabato, ma la persona risultata positiva, che non tornava in paese da almeno dieci mesi, ha accusato i primi sintomi la domenica. Rilevata la positività con un kit fai da te (poi confermata da ulteriori verifiche) ha subito avvisato il sindaco.

GUARDA ANCHE: Covid, quanto dura il periodo di isolamento per un positivo?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli