Covid-19, 4 Paesi fanno pressione su Ue per salvaguardare accesso vaccini J&J

·1 minuto per la lettura
Fiale con un adesivo con la scritta "COVID-19 / Vaccino contro il Coronavirus / Solo iniezione" e una siringa davanti al logo Johnson & Johnson

ATENE (Reuters) - I leader di Danimarca, Austria, Repubblica Ceca e Grecia hanno esortato la Commissione Europea ad agire velocemente per assicurarsi le scorte del vaccino contro il Covid-19 sviluppato dalla casa farmaceutica statunitense Johnson & Johnson.

Nella lettera, indirizzata alla presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, si legge che i leader sono stati informati del fatto che il nuovo vaccino deve essere inviato negli Stati Uniti per le fasi di riempimento delle fiale e preparazione alla distribuzione.

"Se questo dovesse mettere a rischio l'accesso della Ue al vaccino, dovremmo prendere in considerazione il problema sin da ora, con una visione che possa permettere di trovare una soluzione con l’azienda, in modo da salvaguardare le forniture europee".

La lettera è stata firmata dal cancelliere austriaco Sebastian Kurz, dal primo ministro ceco Andrej Babis, dalla premier danese Mette Frederiksen e dal primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis.