Covid-19, Abruzzo: trenta casi sospetti in quarantena in hotel, domani tampone

Coronavirus, Aielli: 30 persone in isolamento dentro l'hotel

Ad Aielli, Abruzzo, trenta persone sono in isolamento in un hotel per essere venute a contatto con una persona, poi risultata positiva al coronavirus. Le persone, tutte lavoratrici nella struttura alberghiera, saranno sottoposte a tampone.

Aielli, isolamento per possibile coronavirus

Le trenta persone in isolamento sono dipendenti, operai e titolari dell’hotel di Aiello. Settimana scorsa sono venute in contatto con un operaio peruviano, mandato a casa dal capo cantiere perché non si sentiva bene. L’operaio si è poi sottoposto al tampone, risultando positivo al coronavirus. Adesso si trova a Firenze, dove ha effettuato il test diagnostico.

Al momento nessuno degli ospiti e dei dipendenti dell’hotel presentano sintomi influenzali o riconducibili al coronavirus. Sono però state messe in isolamento, e i pasti gli vengono portati direttamente nelle stanze in cui si trovano, evitando quindi il contatto tra di loro o con terzi. Domani saranno tutte sottoposte a tampone. L’Asl locale sta anche rintracciando tutte le persone che hanno cenato nella struttura alberghiera la scorsa settimana. Per il tracciamento dei contagi a livello nazionale, è entrata in azione, dopo molte polemiche, l’app Immuni che, secondo il ministro Pisano, sta funzionando.

Coronavirus, la situazione in Abruzzo

L’ultimo bollettino disponibile, quello del 30 giugno, è molto positivo per l’Abruzzo. La regione nelle ultime 24 ore ha registrato due decessi, cinque ricoveri (in terapia non intensiva) e zero nuovi contagi. Inoltre, non ci sono più pazienti in terapia intensiva ricoverati per Covid-19. I casi attualmente positivi in tutta la regione sono sotto quota 200.