Covid 19, accordo Regione Toscanaa-Pediatri per gestione emergenza

Red/Cro/Bla

Roma, 6 mar. (askanews) - Siglato un accordo tra Regione e i pediatri di famiglia per la gestione dell'emergenza epidemica determinata dal Coronavirus (Covid-19). L'accordo, sottoscritto ieri 5 marzo, definisce compiti e obiettivi dell'attività dei pediatri di famiglia per arginare il diffondersi del Coronavirus, in collaborazione con tutti i professionisti del Sistema Sanitario Regionale. In linea con le disposizioni nazionali, regionali e delle aziende sanitarie, i compiti del pediatra di famiglia prevedono: fornire ai genitori le corrette informazioni, individuare precocemente i casi sospetti, indicare il corretto percorso da seguire ai soggetti che presentano un rischio epidemiologico o una sintomatologia respiratoria grave per evitare l'eccessivo e inutile accesso autonomo al Pronto Soccorso.

L'impegno dei pediatri di famiglia si realizza con l'aumento della contattabilità telefonica, dalle 8 alle 20, di tutti i giorni della settimana, come misura straordinaria prevista delle ordinanze della Regione Toscana. Il contatto telefonico rappresenta una misura essenziale per poter acquisire le informazioni utili a identificare un caso sospetto, a rilevare la presenza di sintomi sospetti di gravità, a supportare e seguire periodicamente la famiglia per valutare quando sia necessaria una visita o un invio presso i centri ospedalieri. Durante i giorni feriali l'ampliamento della contattabilità telefonica del pediatra assicura la corretta gestione del bambino con febbre e sintomi respiratori, garantendo nei casi non sospetti la presa in carico con le consuete modalità assistenziali, avendo però cura di programmare accessi regolati e preferibilmente in spazi e orari dedicati.

(Segue)